Prysmian, interconnessione tra Creta e la Grecia con sistema cavo da record

Prysmian Group e Independent Power Transmission Operator (IPTO) hanno annunciato il completamento dell’interconnessione sottomarina tra l’isola di Creta e la Grecia continentale (regione del Peloponneso). Un progetto record sotto molteplici aspetti, tra cui lunghezza, profondità e innovazione della tecnologia in cavo HVAC.

Prysmian Group – riporta un comunicato – si è occupato della progettazione, fornitura e installazione di un sistema in cavo ad alta tensione in corrente alternata (High Voltage Alternating CurrentHVAC) composto da 135 km di cavi tripolari da 150 kV con isolamento in XLPE e doppia armatura. La nota evidenzia un notevole aspetto tecnico: per la volta Prysmian  ha installato la sua innovativa tecnologia in cavo – basata su un’armatura sintetica più leggera dell’acciaio del 30% – ad una profondità massima di circa 1.000 metri.

Questo progetto conferma la nostra leadership nel settore dei sistemi in cavo sottomarino, posizionandoci come partner affidabile per la realizzazione di progetti ‘chiavi in mano’ complessi.” – ha dichiarato Hakan Ozmen, EVP Projects BU di Prysmian Group – “Le nostre capacità di esecuzione dei progetti sono state recentemente riconosciute anche dal premio ‘2020 Infrastructure Project’, che ha definito l’interconnessione Creta-Peloponneso ‘il progetto dei record’. Siamo onorati della fiducia che da tempo IPTO ripone nel nostro know-how e siamo orgogliosi di essere il suo partner principale in un progetto così strategico, che per la prima volta collega l’isola di Creta alle reti elettriche della Grecia continentale”.

Il progetto ha un valore complessivo di €125 milioni, ed era stato assegnato a Prysmian Group nel 2018 da IPTO, l’operatore del sistema di trasmissione della rete elettrica in Grecia. La prima interconnessione fra Creta e la Grecia continentale dovrebbe diventare operativa nei prossimi mesi, assicurando una trasmissione di energia affidabile, conveniente e sostenibile.