Lidl e Sapio, insieme per lo sviluppo dell’idrogeno per autotrazione

Lidl, catena italiana della Gdo con oltre 700 supermercati sul territorio nazionale, e Sapio, società attiva nella produzione e commercializzazione di gas tecnici, medicinali e miscele speciali che opera in Italia, Francia, Germania, Slovenia, Spagna e Turchia, hanno siglato un accordo per studiare congiuntamente la fattibilità relativa all’installazione di una o più stazioni di idrogeno per rifornire mezzi stradali per il trasporto di merci verso i supermercati dell’insegna. Si tratta di uno dei primi accordi di questo genere siglato da una catena della Gdo in Italia.

“La graduale decarbonizzazione dei trasporti è l’ambizioso obiettivo che ci siamo prefissati di raggiungere entro il 2030 e che, necessariamente, passa anche attraverso l’impiego di nuovi vettori rinnovabili come l’idrogeno verde.” – spiega Luca Ros, direttore Logistica Lidl Italia – “Ogni giorno i nostri camion percorrono mediamente più di 160mila chilometri per rifornire i nostri punti vendita: questa è la dimensione del potenziale impatto positivo che questo progetto potrebbe avere a favore dell’ambiente. Ringraziamo Sapio per aver dimostrato fin da subito grande apertura e disponibilità. In loro abbiamo trovato un partner guidato dal nostro stesso spirito di innovazione e d’avanguardia e con il quale condividiamo gli stessi valori di sostenibilità”.

Sapio è fortemente impegnata nel contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Italia e dell’Unione Europea – commenta Francesca Paludetti, Head of Corporate Development&Energy Transition – e la collaborazione siglata con Lidl Italia ne è la testimonianza che conferma ulteriormente la strada verso una transizione energetica del nostro Paese. Grazie ai suoi 100 anni di attività nell’idrogeno, Sapio metterà a disposizione la propria conoscenza, esperienza e competenza tecnologica nella produzione e distribuzione dell’idrogeno, oltre alle capacità di ingegnerizzazione e realizzazione di stazioni di rifornimento H2 per mezzi pesanti che trasportano merci verso i supermercati Lidl e per i mezzi di logistica interna che supportano la gestione delle merci nei centri di distribuzione Lidl”.

In base all’accordo siglato, Sapio si occuperà, nel caso in cui lo studio di fattibilità dia esito positivo, della realizzazione e gestione della stazione a idrogeno e della fornitura dell’idrogeno tramite le proprie soluzioni logistiche. Lidl, invece, garantirà che i rifornimenti di idrogeno dei mezzi della propria flotta logistica saranno effettuati presso le stazioni realizzate.

Previous articleCarlo III destina i profitti di un parco eolico della corona all’economia del Regno Unito
Next articlePresentato il progetto per Mega parco eolico offshore al largo di Otranto