Ecobonus, via libera alle assemblee condominiali in videoconferenza

Tra le varie novità e semplificazioni previste dal cosiddetto Decreto Agosto, emanato a fronte del perdurare dell’emergenza Coronavirus, ci sono anche quelle in materia di condomini, che prevedono delle modifiche al quorum deliberativo per decisioni legate all’Ecobonus e al Sisma Bonus, e introducono la possibilità di effettuare le assemblee condominiali in video conferenza.

Come riportato dal portale specializzato PMI.it, a introdurre le novità per i condomini ai tempi del Coronavirus, per quanto riguarda le modalità di organizzazione delle assemblee condominiali, è una modifica all’art 66 delle disposizioni di attuazione del codice civile introdotta al fine di prevenire il rischio di contagio da Covid-19.

In particolare viene disposta la possibilità, anche se non prevista dal regolamento condominiale, previo consenso di tutti i condomini, di organizzare assemblee condominiali in videoconferenza.

Il portale elenca poi le regole da rispettare:

  • l’avviso di convocazione deve contenere, nel caso di assemblea in video conferenza;
  • l’indicazione della piattaforma elettronica sulla quale si svolgerà la riunione, data e ora dell’assemblea;
  • il verbale della assemblea deve essere redatto come di consueto dal segretario e sottoscritto dal presidente per poi essere trasmesso all’amministratore e ai condomini, con le stesse formalità previste per l’assemblea.

Per quanto riguarda i quorum assembleari, l’art 63 “Semplificazione procedimenti assemblee condominiali” del Decreto 104/2020 rende valide le delibere approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti in assemblea e almeno un terzo del valore dell’edificio, qualora abbiano ad oggetto l’approvazione degli interventi di cui all’articolo 119 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. Decreto Rilancio, al quale il decreto Agosto aggiunge il comma 1-bis).

Riguardo all’Ecobonus qui potete trovare tutte le nostre pubblicazioni in tema.