Tozzi Green, installati in Perù 14.000 kit FV per fornire energia alle aree più remote

Tozzi Green, uno dei principali gruppi italiani nel settore delle energie rinnovabili e fra i principali player mondiali nell’elettrificazione rurale, prosegue il suo percorso negli investimenti in America Latina.

La società di Ravenna ha concordato con il Governo peruviano un ulteriore sviluppo del più grande progetto di elettrificazione rurale al mondo e ha avviato tre nuovi progetti in Argentina per un totale di 31 MW. Il progetto in Perù per l’elettrificazione rurale prevede che entro la fine del 2021 venga completata l’installazione di oltre 14.000 nuovi kit fotovoltaici (6.000 kit sono già operativi) e che consentiranno di fornire energia elettrica ad altre 14.000 famiglie che abitano nelle aree più remote del Paese.

Il montaggio dei nuovi kit porta ad un totale di 222.000 kit installati nel Paese che forniranno energia a quasi 1.000.000 di persone e a 3000 tra strutture sanitarie e scolastiche. Il gruppo ha, inoltre, avviato la costruzione di un nuovo impianto fotovoltaico da 11,83 MW a Tinogasta, nella provincia di Catamarca in Argentina, che prevede un investimento complessivo di 10 milioni di euro. L’impianto dovrebbe essere ultimato ed entrare in esercizio nel quarto trimestre 2021. L’impianto fotovoltaico fornirà alla rete elettrica nazionale oltre 26.5 GWh all’anno di energia, con un risparmio di CO2 complessivo pari a circa 200.000 tonnellate nei 25 anni di esercizio previsti.

Da imprenditore italiano – ha commentato Andrea Tozzi, amministratore delegato di Tozzi Green – sono felice di poter continuare a sviluppare progetti di energia rinnovabile in tanti Paesi del mondo ma spero di poter portare a termine presto anche quelli pianificati in Italia, tenuto anche conto del fatto che oggi gli impianti di energia rinnovabile coprono il 18% del fabbisogno energetico nazionale e che dovremmo arrivare, secondo gli impegni del ministero dello Sviluppo Economico, al 33% entro il 2030. Questi nuovi progetti  ci permettono di crescere ulteriormente in America Latina, un continente in cui abbiamo iniziato ad investire nel 2014 e che grazie agli ambiziosi piani dei Governi locali sta incrementando molto rapidamente la produzione di energia da fonti rinnovabili a beneficio delle numerose comunità locali, che spesso vivono in zone remote e che quindi potranno accedere per la prima volta all’elettricità“.

Previous articleElettrodomestici, la guida di ENEA alle nuove etichette energetiche
Next articleEnel X, mobilità elettrica in India attraverso una joint venture con Sterling and Wilson