Tesla Solar Gateway, il “cervello” che gestisce i tetti fotovoltaici

Tesla è molto attiva non solo nel settore delle auto, ma anche sul suo comparto energetico, che rappresenta una potenziale crescita superiore a quelle delle auto elettriche. Il prodotto di punta è certamente il Solar Roof V3, il tetto fotovoltaico composta dalle tegole Solarglass. Prima degli stop alle fabbriche americane, la produzione era arrivata a circa 4 MW per settimana. Nei giorni scorsi il sito specializzato Electrek.co ha pubblicato il manuale utente della soluzione, così da poter fornire un aggiornamento in tempo reale.

Grazie al manuale, in particolare, è introdotto per la prima volta il Tesla Solar Gateway, il device-“cervello” che viene fornito per gestire le funzioni del tetto solare e connettere il sistema all’app mobile della società di Elon Musk. Nel manuale sono anche riportati alcuni passaggi per il collegamento del dispositivo, che va semplicemente collegato al router di casa con un cavo ethernet.

Il manuale, inoltre, riporta che l’app per smartphone di Tesla può monitorare le installazioni fotovoltaiche, così come fa già per i veicoli o per l’accumulo PowerWall. Sull’app si può vedere in tempo reale la produzione dell’impianto, e come questa venga suddivisa tra consumi dell’abitazione, accumulo (se presente) e scambio con la rete.

In un passaggio finale del manuale scopriamo che anche negli Stati Uniti gli impianti fotovoltaici non possono funzionare in caso di blackout, sempre per disposizioni di sicurezza. Per godere della propria produzione in caso di mancanza di elettricità è necessario possedere un accumulatore come Tesla PowerWall.

Previous articleSunbooster, tecnologia a base d’acqua per raffreddare i moduli FV
Next articleLONGi, partnership con Senergia per il mercato del nord Europa

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here