Superbonus 110%, le tre macro-aree del portale omnicomprensivo di ENEA

ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) ha ufficialmente comunicato la possibilità di inviare, sul sito detrazionifiscali.enea.it, anche le asseverazioni e i documenti previsti nell’ambito della normativa sul Superbonus 110%, ai sensi dell’art. 119 della legge 17 luglio 2020 n. 77 e dei decreti attuativi del 6 agosto 2020.

La compilazione dell’asseverazione potrà essere effettuata direttamente sul sito che consente anche di allegare la documentazione prevista.

Dal 27 ottobre 2020, quindi, decorrono i 90 giorni entro i quali occorre caricare i documenti relativi ai lavori iniziati e conclusi prima della data della messa online del nuovo portale ENEA.

Per comunicare all’Agenzia delle Entrate l’eventuale cessione del credito relativa ai lavori Superbonus 110%, c’è tempo fino al 16 marzo 2021, al fine di consentire alle imprese che lo avranno acquisito di caricarlo sul loro cassetto fiscale e usufruire delle detrazioni.

Il nuovo portale omnicomprensivo si ‘divide’ nelle seguenti tre macro-aree

SuperEcobonus 110% e Asseverazioni

  • il DL 34/2020 “Rilancio”, convertito con modificazioni dalla legge 77/2020, prevede l’innalzamento al 110% dell’aliquota di detrazione fiscale per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per gli interventi di efficienza energetica che soddisfano i requisiti di cui al decreto Prezzi/Requisiti del 6 agosto 2020 e per gli interventi antisismici di cui ai commi da 1-bis a 1-septies dell’art.16 del decreto-legge 63/2013.
  • tramite questo sito è possibile creare e protocollare le asseverazioni obbligatorie alla fine dei lavori e quando si opta per la cessione del credito e lo sconto in fattura per gli stati di avanzamento lavori al 30% e al 60%.; l’asseverazione va sempre redatta da un tecnico abilitato munito di polizza assicurativa espressamente stipulata per il Superbonus 110%;
  • per completare l’asseverazione occorre caricare nel sistema i file PDF di questi documenti: copia della polizza assicurativa; APE ante intervento; APE post intervento;
    computo metrico dei lavori;

Ecobonus e Bonus Facciate

  • per la riqualificazione energetica degli edifici, occorre trasmettere per via telematica all’ENEA le informazioni sugli interventi terminati, che accedono alle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie (Ecobonus aliquote del 50%, 65%, 70%, 75%, 80% e 85%) che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili;
  • l’invio della Scheda Descrittiva è richiesto anche per gli interventi influenti dal punto di vista termico o che interessino il rifacimento dell’intonaco per oltre il 10% della superficie disperdente complessiva totale dell’edificio di cui al Bonus Facciate (aliquota di detrazione pari al 90% delle spese sostenute nel 2020);
  • entro 90 giorni dalla data di fine lavori in alcuni semplici casi il beneficiario della detrazione può fare la dichiarazione senza l’ausilio di un tecnico;

Bonus Casa

  • in analogia a quanto già previsto in materia di detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici, occorre trasmettere per via telematica all’ENEA le informazioni sugli interventi terminati dal 2018 in poi, che accedono alle detrazioni fiscali del 50% per le ristrutturazioni edilizie (Bonus Casa) che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili
  • il tutto va creato entro 90 giorni dalla data di fine lavori.
Previous articleSmart Mobility, Iberdrola entra nel mercato italiano
Next articleFIMER, nuova gamma di soluzioni per la ricarica di veicoli elettrici