Superbonus 110%, il governo pensa a proroga con il Recovery Fund

ll governo ha inserito nella manovra finanziaria la proroga dell’ecobonus e del bonus edilizia. Questo si evice dal Documento programmatico di bilancio (Dpb) che l’Italia invia all’Europa riassumendo i contenuti principali della manovra e le traiettorie della finanza pubblica, per favorire gli investimenti sul patrimonio edilizio, “anche per aumentare la resilienza e sostenibilità e sostenere la ripresa del settore delle costruzioni“.

La proroga del superbonus 110%, invece, non compare nelle tabelle del Dpb, perché potrebbe arrivare con il Recovery Fund. Lo precisano all’ANSA fonti di governo, ricordando che la misura è già valida per i lavori avviati per tutto il 2021. Resta quindi “intenzione” del governo prorogare la misura.

Il Dpb elenca la proroga fino al 31 dicembre 2021 della detrazione Irpef al 50% delle spese sostenute per interventi di recupero edilizio; della detrazione delle spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica, con le stesse aliquote previste per il 2020 (50% per infissi, biomassa e schermature solari, 65% per le rimanenti tipologie; della detrazione Irpef al 50% delle spese sostenute per l’arredo di immobili ristrutturati; della detrazione con aliquota del 90% delle spese sostenute per le opere di rifacimento delle facciate degli edifici («Bonus facciate»); della detrazione Irpef 36% delle spese sostenute per le opere di sistemazione a verde, coperture a verde e giardini pensili.

 

 

Previous articleEnel Green Power, nuovo impianto ibrido FV+storage in Texas
Next articleSorgenia, inaugurata la nuova sede in provincia di Bergamo