Saipem, al via hub energetico Agnes nel mare Adriatico

Saipem ha annuciato una partnership tecnologica con Quint’x per il progetto Agnes (Adriatic Green Network of Energy Sources) nel mare Adriatico, al largo di Ravenna. L’avvio del progetto è stato annunciato con l’accettazione del preventivo di Terna per la connessione di 570Mw ed il deposito dell’istanza di concessione demaniale delle aree marittime per realizzare “il primo progetto al mondo in cui idrogeno e fotovoltaico sono combinati insieme”.

Con Agnes, è stato illustrato, nasce un “distretto energetico integrato green“, che prevede la costruzione di 2 parchi eolici offshore per un totale di 65 turbine su fondazioni fisse sul fondo del mare in due siti differenti.

Nel primo sito, Romagna 1, la disposizione dell’impianto eolico offshore e solare galleggiante sarà ad arco, con la prima turbina a circa 10 miglia nautiche dalla costa; mentre nel secondo sito, Romagna 2, la configurazione sarà ‘a cluster’, a circa 13 miglia nautiche dalla costa.

I 2 parchi eolici marini saranno integrati con la realizzazione di un impianto solare fotovoltaico galleggiante di 100 Mw, a circa 10 miglia nautiche dalla costa, attraverso la tecnologia modulare proprietaria di Moss Maritime, azienda norvegese controllata da Saipem e parte della divisione Xsight di Saipem, dedicata allo sviluppo di soluzione innovative per la decarbonizzazione.

Il progetto Agnes, in definitiva, si propone di produrre idrogeno verde mediante l’elettrolisi dell’acqua di mare, utilizzando esclusivamente l’energia rinnovabile prodotta dalle turbine eoliche e dall’impianto fotovoltaico galleggiante, grazie a 50Mw di capacità di immagazzinamento con accumulatori al litio.