Prysmian conferma l’impegno verso l’eolico offshore negli Usa

Prysmian Group ha confermato il suo impegno a supporto del settore dell’eolico offshore negli Usa, che si prevede raggiungerà l’obiettivo di 40 GW di capacità installata entro il 2035.

In occasione della partecipazione alla ACP Offshore Windpower Conference and Exhibition in corso a Boston, la multinazionale italiana – leader mondiale nel settore dei sistemi in cavo per l’energia e le telecomunicazioni – ha presentato la sua gamma di prodotti e servizi all’avanguardia per il settore dei parchi eolici offshore, inclusi cavi per la trasmissione di energia più leggeri del 30% quali cavi inter-array fino a 66 kV e cavi export in corrente alternata fino a 275 kV (tripolari) e 400 kV (unipolari). Sono state inoltre presentate soluzioni in cavo in corrente continua fino a 525 kV per parchi eolici molto distanti dalla costa.

Il Gruppo Prysmian, come noto, si è già aggiudicato il progetto Vineyard Wind 1, che sarà il primo parco eolico offshore commerciale di grandi dimensioni degli Stati Uniti e fornirà a oltre 400.000 famiglie l’energia prodotta da 62 turbine situate al largo della costa di Martha’s Vineyard in Massachusetts.

In generale, la rapida crescita del settore dei parchi eolici offshore sta spingendo la domanda di navi posacavi e strumentazioni di prossima generazione.

Il nostro obiettivo è supportare la crescente domanda di soluzioni di cablaggio per parchi eolici offshore della regione offrendo ai clienti sistemi in cavo ‘chiavi in mano’, solide risorse ingegneristiche e un’ampia gamma di asset e capabilities di installazione all’avanguardia”, ha sottolineato Ozmen Hakan, EVP Projects Business di Prysmian Group.

Previous articleFalck Renewables, parco agrivoltaico in Sicilia finanziato col crowdfunding
Next articleAuto elettrica, 1 italiano su 2 interessato ma preoccupato per i costi