Nuovo impianto FV per la sede italiana di Toyota

Il gruppo Toyota ha avviato un importante processo di efficientamento energetico presso la propria sede a Roma. L’iniziativa è parte integrante del piano strategico globale denominato “Toyota Environmental Challenge 20501”, annunciato nel 2015 dalla casa nipponica.

Il progetto del nuovo impianto fotovoltaico è stato curato dalla specialista Isomec, che si è occupata di effettuare anche i lavori di rifacimento della copertura sul tetto dell’edificio del magazzino ricambi e accessori. L’impianto fotovoltaico copre quasi interamente la superficie dell’edificio di circa 5.700 mq e l’inclinazione dei pannelli Sunpower Maxeon 3 390 watt, in silicio monocristallino ad altissima efficienza è stata studiata ad hoc per ottenere la maggior produzione complessiva di energia elettrica (circa 625.000 kWh/anno), per valore pari a più del 25% del fabbisogno annuale di energia elettrica dell’intera costruzione di Toyota Italia.

Complessivamente sono stati installati 1.137 pannelli solari per una potenza complessiva di 443,43 kWp (kilowatt di picco) e le emissioni di CO2 che si prevede verranno ridotte sono pari a circa 254 tonnellate annuali.

Nonostante le difficoltà di questo momento, abbiamo voluto con forza continuare ad investire nella sostenibilità ambientale della nostra sede;” – riporta un comunicato della società – “si tratta di una priorità assoluta per tutto il nostro gruppo, che abbiamo perseguito con diversi progetti sulle nostre facilities, coinvolgendo dei partners che condividono con noi valori e obiettivi comuni in termini di riduzione dell’impatto ambientale. La nostra ambizione ci spinge a proseguire questo percorso di efficientamento energetico ispirati dal nostro Environmental Challenge 2050”.

Toyota Motor Italia ormai da tempo utilizza esclusivamente energia prodotta da fonti rinnovabili e questo nuovo investimento testimonia ulteriormente l’impegno del Gruppo per ridurre l’impatto di tutte le proprie attività sull’ambiente e contribuire concretamente alla realizzazione di una società più sostenibile.

 

Previous articleSuperbonus 110%: InfoCamere lancia piattaforma per le PMI
Next articleAperte le iscrizioni alla quinta edizione del Forum Italia Solare 2020