zeroEmission Medieterranean 2024
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
HomeEnergia solareEaton, nuovo software per la gestione della ricarica dei veicoli elettrici grazie...
zeroEmission Medieterranean 2024
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE

Eaton, nuovo software per la gestione della ricarica dei veicoli elettrici grazie al solare

Eaton, specializzata nella gestione dell’energia, ha presentato il nuovo Building Energy Management Software (BEMS), che consente di monitorare e gestire in modo ottimale i flussi di energia prodotta e consumata in un building. I proprietari di edifici commerciali e industriali potranno così ridurre i costi in bolletta per la ricarica dei veicoli elettrici (EV) e utilizzare una maggiore quantità di energia zero-carbon.

Il nuovo software – riporta un comunicato – integra le stazioni di ricarica per veicoli elettrici, i pannelli solari, le batterie di accumulo dell’energia e un’alimentazione elettrica esterna, rendendo i flussi di energia tra questi asset e la rete facili da individuare e da gestire attraverso una semplice dashboard.

Fabrice Roudet, general manager of Eaton’s Energy Transition Division, EMEA, ha spiegato: “Il nostro nuovo software offre a building, facility e fleet manager insight unici, che consentono di tenere tutto sotto controllo. Può essere utilizzato, anche in un edificio relativamente piccolo, per gestire strategicamente le energie rinnovabili e ricaricare i veicoli elettrici nel modo più economico e sostenibile possibile.”

Il nuovo Building Energy Management Software di Eaton – specifica il comunicato – analizza accuratamente diversi tipi di dati, tra cui il dato storico-statistico del consumo energetico dell’edificio, i prezzi dell’energia e persino le condizioni meteorologiche, per fornire previsioni accurate sulla produzione e sul consumo di energia solare che ci si può aspettare. Questo consente di utilizzare in modo efficiente sia l’energia rinnovabile per le stazioni di ricarica dei veicoli elettrici sia i requisiti elettrici aggiuntivi, così da ridurre la quantità di energia che l’edificio assorbe dalla rete. Allo stesso tempo, viene garantito che i servizi dell’edificio siano gestiti in modo efficace, senza impatto per chi li occupa.

In questo modo, è possibile non solo evitare quei picchi nelle tariffe che possono verificarsi durante la ricarica dei veicoli elettrici, ma anche ridurre le bollette e l’impronta di carbonio per rispettare le normative per gli edifici a energia zero già esistenti o che verranno costruiti in futuro, in tutta Europa.

Il nuovo software è parte integrante dell’approccio alla transizione energetica Buildings as a Grid di Eaton, che consente di trasformare un edificio in un hub energetico. L’implementazione più comune prevede l’utilizzo di BEMS con il sistema di accumulo xStorage di Eaton: ciò consente, nei momenti di picco, di sostituire l’energia della rete con quella prodotta da un campo fotovoltaico o di venderla alla rete, qualora possibile, compensando i costi delle bollette.

Implementando l’approccio Buildings as a Grid nella sede di Eaton a Le Mont-sur-Lausanne, in Svizzera (centro di eccellenza per la ricarica dei veicoli elettrici), nonostante l’impennata dei prezzi dell’energia, nel 2022 abbiamo risparmiato in media 1.700 euro al mese sulle bollette dell’energia elettrica, riducendo al contempo le emissioni di carbonio, in media di una tonnellata al mese. Questo include i risparmi che sono stati generati supportando il passaggio ai veicoli elettrici per i nostri dipendenti. Riteniamo che il nostro approccio Buildings as a Grid sia l’offerta più completa e integrata sul mercato a supporto della transizione energetica rivolta ai proprietari di edifici, che possono così prepararli alla transizione energetica e aumentare il valore della proprietà“, ha concluso Roudet.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra community e ricevi, ogni giorno, tutte le ultime novità del settore!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli correlati