Buoni propositi per il 2020, gli italiani pensano alla sostenibilità

Clima, ambiente e sostenibilità, sono queste le tre parole che per gli italiani caratterizzeranno il 2020, sulla scia dei nuovi valori imposti dai ragazzi della cosiddetta “generazione Greta” al resto della società italiana (compreso il successo del movimento Fridays for Future). Un cambiamento sociale e al tempo stesso culturale auspicato, stando alla fotografia scattata con il sondaggio di fine anno realizzato dalla società di consulenza Nomisma con Coop (sistema di cooperative italiane).

Secondo il report, gli italiani infatti sognano di “cambiare vita” (35% del campione), “cambiare lavoro” (27%), “trasferirsi all’estero” (31%) o “andare in pensione” (44%). Ma è scorrendo la lista dei “Si lo farò” che emergono le nuove passioni e esigenze rispetto al clima e all’ambiente.

E se il 68% del campione dichiara di volersi dedicare alla cura di se stesso (in senso generale), altre sorprendenti percentuali investono la sostenibiltà globale: il 65% dichiara che userà meno plastica, il 64% è intenzionato a sprecare di meno (cibo, acqua, materie prime), il 63% si ripromette di camminare di più a piedi.

D’altronde, secondo il sondaggio, un po’ ovunque se si parla di mobilità è quella green a crescere (tra le prime volte di consumi/acquisti fanno la loro comparsa per il 7% degli italiani i servizi di sharing, per il 6% i monopattini elettrici e per il 2% la bicicletta).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here