Biometano, Banco BPM sostiene il progetto di Agatos

La multinazionale italiana Agatos comunica che Banco BPM ha deliberato positivamente il finanziamento a favore della società Green Power Marcallese Srl (“GPM”) per la realizzazione dell’impianto di produzione di biometano di Marcallo con Casone  (comune della Lombardia).

L’impianto sarà in grado è di produrre biometano recuperando la frazione umida della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani , cioè i residui organici dei cittadini del territorio. La tecnologia – denominata BIOSIPè particolarmente innovativa e permette di trasformare fino a 35.000 tonnellate all’anno di residui organici in biometano avanzato da immettere nella rete nazionale di Snam con una produzione di quasi 500 standard metri cubi all’ora.

La stipula, riporta la nota diffusa, è subordinata ad un impegno di capitalizzazione di GPM da parte dei soci, limitato fino all’anno successivo all’entrata in esercizio dell’impianto, previo il rispetto dei covenants finanziari previsti fino a tale data. La delibera assume che GPM sarà partecipata in minoranza da Agatos e in maggioranza dal primario operatore energetico nazionale, la cui offerta vincolante è stata accettata da Agatos il 9 ottobre 2019.

L’Amministratore Unico di GPM, nonché Amministratore Delegato di Agatos SpA, Leonardo Rinaldi, ha dichiarato: “L’ottenimento di questa delibera è un passaggio importante nello sviluppo di Agatos in quanto attesta concretamente la bancabilità della tecnologia BIOSIP, processo innovativo per la produzione di biometano brevettato dal Gruppo Agatos, è una ulteriore conferma della validazione tecnica di questa tecnologia e avvalora la fattibilità dei futuri progetti basati sul processo BIOSIP“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here