Terna, gara da 360 milioni per nuove stazioni elettriche da integrare con le rinnovabili

Una gara da 360 milioni di euro per la realizzazione di nuove stazioni elettriche sull’intero territorio nazionale, da integrare con gli impianti di produzione di energia rinnovabile e che rispondano a precisi requisiti di sostenibilità, certificazione ambientale, utilizzo di materiale riciclato e sicurezza dei lavoratori. Ad aggiudicarla a 22 imprese, tutte italiane (6 del Nord, 10 del Centro, 6 del Sud), è stata Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale.

Le attività – riporta un comunicato della società – riguarderanno la progettazione e la realizzazione «chiavi in mano» di stazioni elettriche da installare nell’arco dei prossimi 5 anni nei punti nevralgici della rete di trasmissione nazionale (sia per nuovi collegamenti sia in sostituzione di impianti preesistenti) in prevalenza nel Centro-Sud Italia. Le strutture, infatti, saranno funzionali all’integrazione dell’energia prodotta da fonti rinnovabili, in particolare parchi eolici e fotovoltaici, e contribuiranno a migliorare l’efficienza, la sostenibilità e la resilienza della rete elettrica nazionale anche in ottica di decarbonizzazione del sistema energetico italiano.

La gara si inquadra nell’ambito dell’esecuzione delle attività previste dal Piano Industriale 2021-2025 di Terna e punta ad abilitare, anche in questo periodo di emergenza Covid-19, un’efficiente e sicura ripartenza produttiva delle piccole e medie imprese del settore, a sostegno della ripresa economica di tutta la filiera industriale coinvolta e quindi del Paese. Terna gestisce attualmente oltre 74.000 km di rete elettrica in alta e altissima tensione, 888 stazioni e 736 trasformatori attraverso 4 centri di controllo sul territorio italiano. Nel complesso, Terna si avvale di circa 2 mila i fornitori, per la stragrande maggioranza italiani (97%), utilizzati ogni anno in centinaia di siti di cantiere: si tratta di imprese per lo più di piccole e medie dimensioni, attive nei settori costruzioni ed elettromeccanica, ma anche Ict e servizi innovativi.

Previous articleLe turbine di Alpha 311 alimentano il mini eolico della O2 Arena di Londra
Next articleErg, nel 2020 registrato un utile netto di 108 milioni di euro (+2%)