SMART GLASS FORUM 2024 | 8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
zeroEmission Medieterranean 2024
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
HomeFotovoltaicoQuercus, gara per portafoglio fotovoltaico spagnolo da 800 MW
SMART GLASS FORUM 2024 | 8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
zeroEmission Medieterranean 2024
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE

Quercus, gara per portafoglio fotovoltaico spagnolo da 800 MW

Quercus Real Assets Limited – fondo indipendente specializzato in investimenti nelle rinnovabili presieduto dall’italiano Diego Biasi – ha avviato una gara internazionale gestita da Greenhill, la principale banca di investimento indipendente specializzata in consulenza finanziaria a livello globale per importanti fusioni e acquisizioni, molto attiva nel settore dell’energia e delle infrastrutture. Il processo – riporta una nota – mira a selezionare l’investitore strategico per la costruzione e la gestione del portafoglio solare spagnolo da 800 MW che Quercus ha acquisito e sviluppato a partire dal 2020. Il portafoglio è attualmente uno dei più grandi nel mercato europeo delle rinnovabili.

Tra gli offerenti sono attesi i maggiori investitori industriali e finanziari del settore, che tipicamente dimostrano un forte interesse in portafogli di grande scala e soprattutto nel mercato spagnolo, uno dei più attivi in Europa nel solare.

Fin dalla fondazione, Quercus ha investito nella costruzione e gestione di impianti solari ed eolici, completando in solo una decade operazioni di investimenti per un valore lordo di oltre 1 miliardo di euro in cinque diversi Paesi europei. Dopo questo primo capitolo decennale – specifica la nota – nel 2019 la società di gestione ha rivisto la sua strategia per stare al passo con il mercato delle energie rinnovabili in continua evoluzione e ha intrapreso investimenti nel processo di autorizzazione finalizzato alla costruzione di nuovi asset ad energia rinnovabile.

Da qui la decisione di cedere i portafogli, i quali hanno generato performance positive e complessivamente un rendimento per gli investitori superiore all’8% alla data della cessione. Ciò ha dimostrato la capacità del gestore di affrontare le sfide del mercato, inclusi i numerosi cambiamenti normativi in Europa, e di essere in grado di portare risultati di successo agli investitori internazionali, che oggi supportano positivamente la nuova strategia.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra community e ricevi, ogni giorno, tutte le ultime novità del settore!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli correlati