Per le pile a combustibile di PowerCell si apre il mercato in Cina

PowerCell Sweden AB – società attiva nel campo dell’energia pulita – ha ricevuto un ordine per pile a combustibile PowerCell S2 da un fornitore cinese. L’ordine vale 1,3 milioni di corone svedesi e verrà consegnato prima della fine del 2019.

Il cliente sviluppa e commercializza prodotti per l’industria automobilistica cinese ed è un fornitore sia per l’industria dei veicoli commerciali, sia per le autovetture. Le pile S2 ordinate saranno integrate nei sistemi a celle a combustibile per essere utilizzate nei veicoli da uno dei clienti del fornitore.

Nonostante il fatto che sia la patria di alcuni dei più grandi produttori al mondo di batterie per veicoli elettrici, la Cina ha deciso di eliminare gradualmente i sussidi governativi per i mezzi elettrici a batteria e di introdurre grandi sussidi per veicoli elettrificati con celle a combustibile. Dalla fine di giugno, quando i sussidi sono stati demoliti, la domanda di veicoli elettrici in Cina è diminuita in modo sostanziale. Secondo la China Association of Automobile Manufactures, le vendite interne di veicoli elettrici a batteria sono diminuite di 80.000 a luglio. Secondo il sito 24/7 Wall Street, questa è stata la ragione principale per cui il mese di luglio ha segnato il primo calo delle vendite globali di veicoli elettrici dal 2008.

La Cina ha cercato di elettrificare la sua flotta automobilistica con la tecnologia delle batterie, ma ha concluso che non è un’opzione praticabile in un paese in cui gran parte della popolazione vive in condomini nelle megalopoli“, ha affermato Per Wassén, CEO di PowerCell. “Oltre al problema di come costruire abbastanza stazioni di ricarica, i cinesi hanno capito che la capacità della rete è un collo di bottiglia quando la percentuale totale di veicoli elettrici a batteria diventa troppo alta. Questo è uno sviluppo che sperimenterà anche l’Occidente e che rende l’idrogeno e le celle a combustibile l’unica alternativa praticabile a lungo termine per l’elettrificazione necessaria del settore automobilistico. “