Plenitude rileva un impianto fotovoltaico in Texas da 81 MW

Plenitude si rinforza negli Usa. Attraverso la sua controllata statunitense Eni New Energy US, Inc. ha acquisito l’impianto fotovoltaico di Kellam, da 81 MW, situato nel nord del Texas, a 80 chilometri dal complesso metropolitano di Dallas Fort Worth.

L’impianto è stato rilevato da Hanwha Qcells USA Corp. e va ad aggiungersi ad altri asset in Texas e nel resto degli Stati Uniti in portafoglio di Plenitude. La controllata al 100% da Eni S.p.A. grazie a questa operazione raggiunge una capacità installata di 878 MW nel mercato statunitense. L’impianto è costruito su oltre 150 ettari di terreno e l’energia prodotta sarà venduta a una compagnia elettrica locale.

Questa operazione rappresenta un importante passo avanti per il consolidamento della Società nel mercato energetico texano e statunitense”, ha commentato Stefano Goberti, amministratore delegato di Plenitude. L’ad spiega come l’operazione sia un contributo al percorso di transizione energetica di Eni e come sia un ulteriore passo per Plenitude per “raggiungere la neutralità carbonica entro il 2040 e di fornire il 100% di energia decarbonizzata a tutti i propri clienti”.

Plenitude attualmente fornisce attualmente energia a circa 10 milioni di clienti europei nel mercato retail e punta a raggiungere nel mondo oltre 6 GW di capacità installata entro il 2025.

Previous articleIberdrola, investimento di oltre 1 miliardo di euro per maxi impianto di idrogeno verde in Australia
Next articleVattenfall, l’ispezione dei parchi eolici è affidata a barche robotiche