Piemonte, aumento del 13% di energie rinnovabili entro il 2020

Il Piemonte ha ospitato nei giorni scorsi gli Stati Generali dell’Energia, una tavola rotonda allargata a tutti gli interlocutori istituzionali e industriali interessati a quello che sarà il futuro delle risorse energetiche (non solo in ambito internazionale ma anche locale).

Protagoniste principali dell’evento, le energie rinnovabili che in Piemonte  sono in forte crescita. Si parla di un aumento significativo del 13.3% entro la fine del 2020, ma l’obiettivo nel breve periodo è ancora più ambizioso: raddoppiare la quota entro il 2030 e arrivare oltre il 26%. L’utilizzo delle energie rinnovabili, per esempio, abbatterà considerevolmente la quota di carburanti fossili utilizzati.

Il Piemonte si appresta poi ad avviare una serie di investimenti molto importanti che riguardano l’illuminazione pubblica, meno costosa ma soprattutto più efficiente. Dalla tavola rotonda è infatti emerso che è altissima la quota di punti luce non idonei che diffondono male o sprecano molto.

Il 2019, inoltre, si è chiuso con un bilancio sostanzialmente soddisfacente per quanto riguarda il consumo di carburanti fossili: se il piano di raccolta differenziata e quella di produzione di energia rinnovabile proseguiranno su questo ritmo, nel 2020 le tonnellate di combustibili fossili non utilizzate dovrebbero arrivare a oltre 650, per sfiorare le duemila  entro il 2030.

Uno scenario in evoluzione che è stato presentato con una certa soddisfazione da Matteo Marnati, l’assessore regionale all’Ambiente e all’Energia della Regione Piemonte: “La nostra regione nel corso dei prossimi anni effettuerà un grande investimento infrastrutturale per migliorare l’efficienza energetica puntando sull’indipendenza della produzione e sulle fonti di energia rinnovabile, in particolare solare ed idroelettrico, senza trascurare l’utilizzo di nuove soluzioni tecnologiche con l’intento di tutelare l’ambiente. L’energia deve diventare sempre più un’opportunità per lo sviluppo dell’economia e per creare occupazione”.

 

Previous articleAdvano, accordo con Mitsui Kinzoku per la produzione di nanoparticelle di silicio
Next articleEnel X: penale a chi occuperà la colonnina al termine della ricarica