E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
zeroEmission Medieterranean 2024
SMART GLASS FORUM 2024 | 8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
HomeRinnovabiliNuovi progetti Seapower: 60 MW di potenza da rinnovabili in Toscana e...
SMART GLASS FORUM 2024 | 8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
zeroEmission Medieterranean 2024

Nuovi progetti Seapower: 60 MW di potenza da rinnovabili in Toscana e agrivoltaico in Sicilia

Seapower scrl, centro di ricerca partecipato dall’Università Federico II di Napoli, che da circa 30 anni contribuisce allo sviluppo delle energie rinnovabili nel nostro Paese, ha recentemente avviato altri due importanti progetti, che vanno ad incrementare ed espandere i grandi campi eolici ed agrivoltaici già in iter, frutto di studi ed analisi costanti sul territorio.

Tra questi – riporta un comunicato – l’impianto eolico di Grosseto che prevede l’installazione di 10 aerogeneratori ciascuno di potenza pari a 6 MW per una potenza complessiva di 60 MW. L’impianto genererà almeno 130 GWh annui, contribuirà a tagliare le emissioni di CO2 di circa 65.000 ton CO2/anno e consentirà di soddisfare il fabbisogno di energia elettrica di circa 60.000 famiglie.

Produzione destinata ad aumentare, grazie all’idea di progettare l’impianto agrivoltaico Cluster O, che contribuirà ulteriormente al miglioramento delle prestazioni aggiungendo una potenza di 43 MWp + 24 MW di accumulo, che si estenderà tra le colline della Sicilia Occidentale, a Mazara del Vallo, su una superficie di 126 ettari caratterizzata da terreni favorevoli alla coltivazione della vite, dell’olivo, dei cereali e/o leguminose, dalla granella o dal foraggio.

Le competenze di Seapower si sono sviluppate negli anni nel campo dei sistemi di energia rinnovabile dal vento, ma anche dal mare, con particolare interesse allo sviluppo tecnologico di parchi eolici galleggianti offshore. L’attività dell’azienda è da sempre focalizzata sia sugli aspetti legati alla progettazione, alle simulazioni numeriche, che sulle indagini sperimentali, condotte prima in ambiente controllato su modelli in piccola scala (traino/onda) e poi su dimostratori in scala reale (sistemi testati a terra e in mare).

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra community e ricevi, ogni giorno, tutte le ultime novità del settore!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli correlati