Nikola, pianificata rete di rifornimento di idrogeno in Europa

Nikola Motor Company, società americana che progetta camion ibridi, sta pianificando la costruzione in Europa di 50 stazioni di ricarica di idrogeno per i suoi mezzi.

Come dichiarato dal presidente esecutivo della società, Trevor Milton, l’Europa costituirebbe un mercato più attrattivo e remunerativo rispetto a quello statunitense per via dei prezzi più alti del diesel. La rete di rifornimento di idrogeno inizierà ad essere operativa dal 2022, per poi coprire la maggior parte del territorio europeo entro il 2030.

All’inizio dell’anno prossimo, inoltre, Nikola avvierà la produzione dei propri autocarri direttamente in Europa grazie ad una collaborazione con Iveco, società italiana specializzata nella costruzione di veicoli commerciali. I camion saranno prodotti a Ulm, in Germania (notizia anticipata anche dalla stampa generalista italiana a giugno).

Il camion elettrico è previsto arrivare su strada nel 2022, e avrà un motore da 750 Kw per consentire una autonomia di 400 chilometri. Nel 2023 uscirà anche una versione a idrogeno che avrà una autonomia di 1000 chilometri. Il nuovo mezzo porterà a una notevole riduzione delle emissioni.

 

 

Previous articleCarbone, nuovi dati indicano drastico calo della produzione in Europa
Next articleSuperbonus 110%, Girotto (M5S): “Soddisfatto per le modifiche al DL rilancio”