NextEnergy Capital svilupperà 300 MWp fv in grid-parity in Italia nei prossimi 3 anni

NextEnergy Capital ha annunciato il suo impegno per lo sviluppo di attività in grid-parity in Italia, con un portafoglio di 300 MWp nei prossimi 3 anni.
Il modello di business di NextEnergy Capital prevede il pieno controllo su ogni fase del processo di sviluppo, dallo scouting, alla visita preliminare e all’analisi del sito, attraverso la progettazione tecnica e la preparazione di tutta la documentazione richiesta dai vari enti pubblici e privati.

La società ha istituito un team di sviluppo interno, con una lunga esperienza e track record in questo campo che ha già garantito i diritti dei terreni (terreni industriali e agricoli di bassa qualità) e richiesto soluzioni di connessione alla rete in tutta la penisola per la costruzione di impianti fotovoltaici con una capacità di generazione superiore a 80 MWp. Ulteriori progetti verranno aggiunti nei prossimi mesi e NextEnergy Capital intende strutturare PPA a lungo termine con acquirenti finali.

Questo progetto di sviluppo di impianti fv in Italia si aggiunge alle vaste attività di sviluppo di progetti di NextEnergy Capital nel Regno Unito, dove la società possiede una significativa pipeline di progetti in fase di sviluppo. Nell’agosto 2019 ha collegato la Hall Hall II alla rete (5,4 MWp), il primo impianto solare privo di sussidi di NextEnergy Capital, ed è attualmente in fase di costruzione avanzata a Staughton un impianto privo di sussidi da 50 MWp di proprietà di NextEnergy Solar Fund, quotato LSE veicolo di investimento e componente dell’indice FTSE250.

Gianluca Boccanera, Amministratore delegato Italia di NextEnergy Capital, ha commentato:
“Siamo molto entusiasti di impegnarci ancora una volta nello sviluppo di progetti solari in Italia, come abbiamo fatto all’inizio del nostro viaggio più di dieci anni fa. Questa volta, però, possiamo realizzarli senza fare affidamento su sussidi pubblici e tenere conto della prevedibile evoluzione del mercato dell’energia. Molte sono le sfide, ma allo stesso tempo molte le opportunità per un operatore di mercato specializzato come noi ”.

Aldo Beolchini, CIO e Managing Partner di NextEnergy Capital, ha commentato:
“Esiste una grande opportunità per il settore delle energie rinnovabili, in particolare del solare, di crescere in Italia nei prossimi anni. Avremo un ruolo guida in questa transizione verso un futuro più sostenibile, applicando le migliori pratiche tecniche e operative che abbiamo appreso negli anni in diverse giurisdizioni nello sviluppo e nella costruzione di progetti di parità di rete solare ”.

Previous articleFCA, a Mirafiori una fabbrica da 50 milioni di euro per l’assemblaggio di batterie al litio
Next articleAccordo Assistal-Enea per la definizione di data model per il monitoraggio degli edifici scolastici