Mobilità elettrica, a Milano in arrivo 100 autobus Solaris

A seguito di un primo acquisto di 25 modelli Solaris (nell’ambito di un contratto quadro di 250 unità), ATM Milano ha deciso di commissionare al gruppo polacco un nuovo applicativo di 100 autobus elettrici. Prosegue dunque il processo di rinnovo della flotta di mezzi della società che gestisce i trasporti pubblici a Milano, con l’obiettivo di eliminare definitivamente tutti gli autobus a gasolio entro il 2030.

La consegna dei nuovi Solaris Urbino 12 – riporta un comunicato di ATM Milano – è prevista nella prima metà del 2021, e porterà la flotta elettrica di ATM a un totale di 275 bus a zero emissioni.

Presentato in veste elettrica nel 2015, il Solaris Urbino 12 è stato più volte premiato come uno dei migliori autobus per il trasporto civile cittadino. Una volta che Solaris consegnerà i veicoli, ATM si occuperà di installare due sistemi di assistenza alla guida. Il primo si chiama Mobileye Shield+: si tratta di un sistema di sicurezza con segnali acustici e visivi, che aiuta il conducente a controllare i punti ciechi durante la guida, segnalando qualora un veicolo sulla strada cambiasse corsia senza usare gli indicatori, o in caso di distanza di sicurezza non rispettata.

La seconda tecnologia si chiama invece MirrorEye, e sarà installata su un solo bus per il momento. Sostituirà i classici specchietti retrovisori con delle videocamere in grado di offrire una visibilità ottimale, specialmente di notte e in condizioni di meteo difficile.

Solaris, inoltre, offre diverse configurazioni di motore in base alle richieste del cliente, e lo stesso vale per il pacchetto batterie, che può arrivare fino a 240 kWh, con o senza l’opzione per la ricarica rapida. Quest’ultima può avvenire tramite un pantografo realizzato appositamente, che permette la ricarica in pochi minuti di sosta, anche se resta valida la ricarica tramite il classico sistema plug-in.

 

Previous articleLynx, il monopattino elettrico a tre ruote realizzato dalla startup To.Tem
Next articleEnel, primo posto nel Dow Jones Sustainability World Index