Mobilità: annunciato al Ces accordo tra Huyndai e Uber per taxi aerei elettrici

La sudcoreana Hyundai ha annunciato che produrrà un mezzo di trasporto aereo per Uber, la piattaforma che mette in collegamento diretto passeggeri e autisti per un servizio di trasporto privato. L’annuncio è arrivato in occasione del Ces 2020 (Consumer Electronics Show), la più importante fiera tecnologica del mondo in svolgimento a Las Vegas.

Hyundai ha approfittato dell’importante vetrina tech per mostrare il suo prototipo, l’S-A1. Si tratta di veicoli elettrici al 100%, in grado di trasportare quattro persone con una velocità di crociera fino a 290 km/h. Il veicolo Hyundai sarà inizialmente guidato, ma è destinato ad essere autonomo. Uber prevede di conseguenza di lanciare una rete di taxi aerei condivisi già nel 2023.

Jaiwon Shin, capo della divisione di mobilità aerea urbana di Hyundai, ha assicurato di aspettarsi che i costi rimarranno ragionevoli attraverso la produzione su larga scala.La partnership tra Hyundai e Uber si impegna a garantire che questi taxi a corto raggio siano alla portata di tutti, per sviluppare un servizio il più possibile diffuso.

Grazie al trasporto in volo, “potremo far risparmiare molto tempo ai nostri passeggeri“, ha dichiarato Eric Allison, il capo di Uber Elevate. L’accordo potrebbe aiutare Uber a raggiungere il suo obiettivo di offrire taxi aerei in alcune grandi città entro il 2023. Uber ha infatti annunciato di aver scelto Melbourne, in Australia, oltre a Dallas e Los Angeles negli Stati Uniti, come prime città a offrire voli Uber Air.

Previous articleTerniEnergia cede a Buttol impianto produzione biometano per 2,9 mln €
Next articleSolarEdge lancia nuove funzionalità nella piattaforma per impianti fotovoltaici commerciali