Lombardia, approvate nuove disposizioni per gli impianti termici da biomassa legnosa

La Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo (nella foto), ha approvato nei giorni scorsi la delibera con le nuovi disposizioni per l’installazione, l’esercizio, la manutenzione, il controllo e l’ispezione degli impianti termici alimentati da biomassa legnosa, che entreranno in vigore, ove non diversamente indicato, il 1° agosto 2022.

L’aggiornamento è il risultato di un confronto proficuo tra le Istituzioni regionali, AIEL  (Associazione italiana energie agroforestali), APPLiA Italia (l’associazione Confindustriale che riunisce le imprese operanti in Italia nel settore degli apparecchi domestici e attrezzature professionali), oltre che con gli Enti locali competenti in materia di controllo.

Questa Delibera della Giunta lombarda – riporta un comunicato congiunto AIEL-APPLiA, mette a segno un risultato importante, superando la frammentarietà delle precedenti disposizioni regionali, promuovendo il rinnovo degli impianti installati, per adeguarli allo stato dell’arte delle tecnologie applicate a stufe e caldaie a biomassa.

In un quadro di riferimento normativo preciso, la valorizzazione della biomassa, che costituisce una risorsa importante per la riduzione dei gas serra e per l’economia montana, si coniuga con la necessità di ridurre le emissioni in atmosfera del particolato sottile (PM10 e PM 2,5). Il provvedimento inoltre disciplina anche la pulizia delle canne fumarie, in modo da favorire il miglioramento della qualità dei fumi prodotti dalla combustione della biomassa e ridurre i rischi di incendio.

Il provvedimento – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente e clima di Regione Lombardia Raffaele Cattaneoaggiunge un importante tassello, dandone attuazione, al Piano regionale degli interventi per la qualità dell’aria (Pria), definendo per il settore delle biomasse un nuovo e più efficiente quadro regolatorio, che si colloca tra le migliori esperienze europee. Ancora una volta le disposizioni regionali superano e suppliscono la mancanza di disposizioni nazionali”.

Da parte di AIEL va un plauso a Regione Lombardia – ha commentato Domenico Brugnoni, Presidente di AIEL – perché ha saputo legiferare in modo tale da riconoscere l’importante ruolo delle biomasse legnose nel processo europeo verso la decarbonizzazione del settore del riscaldamento residenziale senza venire meno agli impegni di riduzione delle emissioni di polveri in un’ottica di risanamento della buona qualità dell’aria”.

Sono lieto – ha affermato Fabio Forte, Presidente del Gruppo Unicalor di APPLiA Italia – che l’impegno della nostra industria sia stato recepito positivamente da Regione, riconoscendo all’industria degli apparecchi domestici a biomassa un ruolo significativo per il raggiungimento degli obiettivi ambientali ed energetici. Ciò grazie al richiamo a soluzioni tecnologiche innovative, che negli anni hanno ridotto significativamente le emissioni aumentando contestualmente le performance.

 

Previous articleE-METALS, MINERALS & MATERIALS 2022, a Bologna la fiera dei metalli, minerali e materiali innovativi per la transizione elettrica ed elettronica
Next articleBasilea sceglie la tecnologia ABB per la ricarica di e-bus sostenibili