Basilea sceglie la tecnologia ABB per la ricarica di e-bus sostenibili

ABB supporterà la transizione verso una rete di trasporto pubblico sostenibile con e-bus nella città di Basilea. Il progetto – riporta un comunicato – sarà completato entro il 2027. Il contratto rientra nell’impegno della Società dei trasporti pubblici di Basilea (BVB) di convertire la sua intera flotta di autobus a mezzi alimentati con batterie elettriche.

In uno dei più grandi progetti infrastrutturali della Svizzera, BVB soddisfa il requisito legale secondo cui tutti i trasporti pubblici nel cantone di Basilea-Stadt devono funzionare al 100% con energia rinnovabile entro il 2027. Oltre all’acquisto di più di 120 e-bus in due fasi, sarà creata anche un’efficiente infrastruttura di ricarica.

ABB fornirà una soluzione completa per le stazioni di ricarica e tutto l’hardware necessario per la connessione alla rete, compreso il software per la gestione dell’infrastruttura di ricarica e l’assistenza. Oltre alla ricarica notturna nel deposito – inizialmente in due strutture temporanee e successivamente nel deposito Rank – le stazioni di ricarica rapida (“opportunity charging”) con una capacità di 450 kW saranno dapprima installate presso due fermate delle linee di autobus più lunghe della città: EuroAirport e Kleinhüningen. Questo aumenterà l’autonomia degli e-bus e renderà l’intera rete di autobus più flessibile.

Sono necessari – specifica il comunicato – solo da quattro a sei minuti per caricare gli e-bus in queste stazioni di ricarica rapide. Le stazioni di ricarica ad alta capacità, che fanno parte dell’innovativa offerta ABB Ability™, sono connesse al web. Questo permette agli operatori di monitorare e configurare da remoto i punti di ricarica, minimizzando i tempi di inattività e ottimizzando l’efficienza.

ABB ci ha convinto con la sua significativa competenza ed esperienza. Anche per noi di IWB come esperti nel campo della mobilità elettrica, un progetto così importante non capita tutti i giorni. Siamo lieti di lavorare a questo progetto insieme ad ABB“, ha detto Patrick Wellnitz, Senior Advisor Mobility di IWB.

Le tecnologie necessarie per il trasporto senza emissioni del futuro sono già disponibili. Ora si tratta di metterle in pratica.” – ha detto Frank Muehlon, Presidente della divisione E-Mobility di ABB – “Abbiamo già dimostrato la nostra esperienza come fornitore leader e partner affidabile nel convertire le linee di autobus al funzionamento elettrico in tutto il mondo, da Göteborg e Amburgo al Qatar e all’Australia occidentale.”

Ricordiamo che ABB è entrata nel mercato della mobilità elettrica nel 2010 e ad oggi ha venduto più di 460.000 stazioni di ricarica per veicoli elettrici in 88 mercati; oltre 21.000 stazioni di ricarica veloci DC e 440.000 stazioni di ricarica AC, compresi quelli venduti attraverso Chargedot.

Previous articleLombardia, approvate nuove disposizioni per gli impianti termici da biomassa legnosa
Next articleFalck Renewables, parco agrivoltaico in Sicilia finanziato col crowdfunding