Le turbine dell’altoatesina Leitwind per impianto eolico nelle Antille

Dopo un lungo lavoro di preparazione studio, sono entrate in funzione nei giorni scorsi le sei turbine eoliche progettate dall’azienda altoatesina Leitwind Spa per l’isola di Grande-Terre a Guadalupa, nell’arcipelago delle Antille francesi. Il produttore italiano – riporta un lancio dell’agenzia Ansa – ha istallato un impianto innovativo, in grado di produrre 23 milioni di kilowattora di energia all’anno e di resistere ai cicloni caraibici, sostenendo raffiche di vento di 250 chilometri all’ora.

Il progetto, del costo complessivo di 20 milioni di euro, ha richiesto diversi test al Massachusetts clean energy center di Boston. L’energia prodotta dall’impianto – sei turbine Ltw80 da 1,65 megawatt classe Typhoon – è destinata alla rete elettrica locale dell’isola caraibica.

 “Si tratta di un progetto ambizioso che siamo riusciti a portare a termine nonostante condizioni meteo spesso al limite e che comunque grazie allo sviluppo della nuova pala ha evidenziato la forza innovativa della nostra azienda“, ha commentato Davide Albani, responsabile della divisione Leitwind del Gruppo Hti.

Le pale sono state studiate per resistere a temperature elevate, alti livelli di umidità, forti piogge e straordinaria velocità del vento, con rapidi cambi di direzione dell’aria e turbolenze improvvise. I test vibrazionali e statici hanno certificato la resistenza della pala nelle peggiori condizioni operative di tempesta, certificandone l’affidabilità per 20 anni di operatività. Un’altra sfida del progetto è stata la logistica: la fornitura dei componenti e delle attrezzature di lavoro è avvenuta via nave e durante le ore notturne, in quanto sull’isola vige una limitazione del transito stradale.

Previous articleUsa, primo parco eolico offshore al largo della costa del Massachusetts
Next articleTrina Solar lancia linea di moduli FV con potenze fino a 670 Wp