Intesa Sanpaolo, 55 milioni a Canadian Solar per 12 impianti FV

Intesa Sanpaolo ha siglato con Canadian Solarsocietà operativa nel settore fotovoltaico – un finanziamento revolving da 55 milioni di euro per la realizzazione di 12 grandi impianti per la produzione di energia solare in Italia. Questi – ricorda la nota del Gruppo bancario – verranno costruiti in diversi comuni di Sicilia, Puglia e Lazio, e avranno una capacità installata complessiva pari a 151 MW.

I 12 impianti fotovoltaici saranno tra i primi realizzati in Italia su grande scala senza incentivi. Una volta operativi, produrranno circa 287 GWh di energia solare l’anno, equivalenti al consumo elettrico annuo di oltre 57.000 persone, contribuendo a tagliare le emissioni di CO2 di 73.384 tonnellate.

Grazie all’accordo con Intesa Sanpaolo, Canadian Solar consolida il ruolo di primo piano in Italia, forte dell’esperienza e dei successi maturati a livello internazionale in 18 anni.

Mauro Micillo, Responsabile della Divisione Corporate e Investment Banking di Intesa Sanpaolo e Amministratore Delegato di Banca IMI ha dichiarato: “Contiamo di collaborare nuovamente con Canadian Solar, uno dei player più solidi e dinamici a livello mondiale nella realizzazione di impianti fotovoltaici di grandi dimensioni ed elevata efficienza. Grazie alla nostra leadership sul mercato italiano dei finanziamenti al fotovoltaico, ci impegniamo a contribuire fattivamente al raggiungimento, da parte del nostro Paese, degli obiettivi fissati dall’Unione Europea per la transizione entro il 2050 a un’economia carbon-neutral”.

Shawn Qu, Presidente e Amministratore Delegato di Canadian Solar ha commentato: “Investiamo in Italia anche in questo periodo difficile e continueremo a farlo in futuro con il supporto di Intesa Sanpaolo, di cui apprezziamo la fiducia nei nostri confronti e il ruolo di promotore dell’economia sostenibile. Quello italiano sarà uno dei mercati dell’energia solare con il tasso di sviluppo più elevato in Europa, grazie alla sua dimensione e alla disponibilità di risorse, e già oggi qui l’energia solare prodotta senza incentivi è competitiva con le fonti tradizionali”.

 

Previous articleRicerca indica le 4 azioni chiave per arrestare il riscaldamento globale
Next articleAnche Legambiente nel progetto di e-learning per il consumo sostenibile

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here