In Italia la piattaforma di Otovo che permette di installare il FV a casa in 2 minuti

Otovo, multinazionale norvegese nel settore fotovoltaico in diversi mercati europei punta a conquistare il mercato residenziale italiano, raggiungendo una quota di mercato del 10% nel prossimo triennio e un fatturato di 100 milioni di euro entro il 2025. Il mercato residenziale italiano è tra i più attrattivi in Europa per lo sviluppo dell’energia solare, con un giro d’affari annuale previsto di 1,2 miliardi di euro entro il 2025.

La società – riporta un comunicato – propone una piattaforma digitale che permette di acquistare impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo d’energia in modo semplice e conveniente, unici in Europa, anche con un contratto di affitto. In due minuti è possibile prenotare i pannelli solari per la propria abitazione e trovare l’installatore per effettuare i lavori, al miglior prezzo sul mercato. Basta inserire il proprio indirizzo di casa sul sito www.otovo.it, fornendo semplici indicazioni come numero di piani dell’edificio, inclinazione del tetto e tipologia di rivestimento. Una volta fatta quest’operazione, si ottiene una prima valutazione di prezzo e si può procedere con la richiesta di un preventivo personalizzato. Otovo provvede a prepararlo e a consegnarlo in 24 ore, trovando l’offerta commerciale più conveniente e l’artigiano che può effettuare la messa in opera.

Secondo Fabio Stefanini, General Manager di Otovo Italia, “Otovo propone un modello di business dirompente per il settore fotovoltaico. Offre un marketplace digitale che permette d’individuare il miglior rapporto qualità/prezzo nell’installazione di pannelli solari residenziali. Crediamo che la tecnologia possa aiutare le persone a scegliere la propria offerta energetica su misura e contribuire a rendere la società sempre più sostenibile. L’Italia rappresenta un mercato ad alto potenziale, siamo quindi fiduciosi di conquistare un ruolo primario”.

Il cliente può inoltre scegliere l’acquisto dei pannelli solari oppure l’affitto. Quest’ultima formula (già attiva in tutta Europa, sarà resa disponibile in Italia nel corso del 2021) rappresenta una grande opportunità per il settore, poiché consente di ottenere i benefici dell’energia green da subito e distribuire nel tempo l’investimento. In entrambi i casi, Otovo offre una garanzia di 5 anni sull’installazione, rispetto ai soli 2 anni previsti dalla normativa vigente. In particolare, nel caso di affitto dell’impianto, questi è garantito per tutta la durata del contratto. E c’è anche la possibilità di comprare, oltre all’impianto fotovoltaico, le batterie per stoccare l’energia prodotta dai pannelli solari che non viene immediatamente consumata. Si tratta di una formula che Otovo propone in anteprima per l’Italia – e che ottiene già il 40% delle preferenze su scala nazionale – ove l’azienda norvegese desidera diventare un player di riferimento nel settore fotovoltaico.

Otovo punta a raggiungere una quota di mercato del 10% nel prossimo triennio e un fatturato di 100 milioni di euro. Un obiettivo che tiene conto delle prospettive incoraggianti sociali e fiscali dell’Italia. Secondo quanto emerge dal 18° rapporto “Gli italiani, il solare e la green economy”, il 78% degli italiani ritiene infatti che le fonti rinnovabili siano il futuro dell’energia. Inoltre, la legislazione prevede una detrazione del 50% sui costi d’installazione di un impianto solare domestico.

 

 

 

 

 

Previous articleITALIA SOLARE, “position paper” su transizione ecologica e sistema elettrico
Next articleSuperbonus 110%, partnership tra Saint-Gobain Italia e SMA per ampliare il pacchetto d’offerta