Huawei ancora al primo posto per vendite di inverter malgrado le limitazioni del governo cinese

Nel 2017, secondo un rapporto di Wood Mackenzie Power & Renewables, Huawei,Sungrow Power Supply e SMA Solar erano, nell’ordine, i tre più grandi fornitori di inverter in termini di spedizioni.

Nel 2018, sempre secondo un’analisi della società americana, il trio ha mantenuto le stesse posizioni, con Huawei che si è assicurato il primo posto per il quarto anno consecutivo. Power Electronics si aggiudica il quarto posto facendo scivolare ABB alla quinta posizione grazie al raddoppio delle vendite nel 2018. Seguono Sineng ElectricGoodwe, SolarEdge, Ingeteam e Tbea Sunoasi.

Insieme, lo scorso anno le prime cinque aziende hanno totalizzato il 56% delle vendite a livello globale, valore che cala di sei punti percentuali rispetto al 2017, quando le prime cinque aziende detenevano una market share del 62%. Il mercato resta ancora abbastanza concentrato, anche se è cresciuta la quota di mercato delle aziende che si sono collocate dalla sesta alla decima posizione, con una percentuale che è passata dal 15% del 2017 al 19% del 2018.

Sebbene i volumi di spedizioni di inverter globali siano aumentati dell’8% – anno su anno – nel 2018, Huawei ha visto infatti la sua quota di mercato scendere del 4%, a causa della decisione della Cina di limitare i sussidi solari pubblici. L’importanza di tale svolta è stata riflessa da un analogo effetto di smorzamento sulle spedizioni ai rivali interni di Huawei, secondo il rapporto.