Guida a emissioni zero: il nuovo SMA EV Charger sfrutta il fotovoltaico

Secondo recenti previsioni, in Italia nel 2030, circoleranno almeno 2,5 milioni di auto elettriche considerando entrambe le categorie di modelli che si possono ricaricare alla presa di corrente: BEV (Battery Electric Vehicle) e PHEV (Plug-in Hybrid Electric Vehicle). Oggi la corrente domestica rimane però la più comune modalità di ricarica delle auto. A tale riguardo, in ottica evolutiva, SMA ha lavorato sull’impiego della corrente fotovoltaica prodotta dal proprio impianto domestico, per un beneficio sia a livello di ambiente, che di costi dimezzati.

La società – rende noto un comunicato – ha infatti ha sviluppato e reso già disponibile SMA EV Charger, una soluzione intelligente per ricaricare i veicoli elettrici, consentendo il massimo utilizzo della corrente fotovoltaica generata sul tetto di casa. Inoltre, SMA EV Charger si integra direttamente nell’impianto fotovoltaico semplificando i processi di installazione e manutenzione.

È solo con l’energia solare che la mobilità elettrica diventa davvero una scelta intelligente.”, spiega Nick Morbach, Executive Vice President dell’unità Home & Business Solutions di SMA. “Ed è per questo motivo che abbiamo sviluppato SMA EV Charger. Questo dispositivo consente a chi guida un’auto elettrica di effettuare sempre la ricarica in modo comodo e sicuro sfruttando nella massima misura possibile la corrente fotovoltaica, conveniente e a impatto climatico zero. Tutti i dispositivi SMA, provenendo dallo stesso fornitore, dialogano tra di loro, avendo quindi un unico referente per qualsiasi domanda su ampliamenti, garanzie o assistenza”.

SMA EV Charger – prosegue il comunicato -consente di effettuare le ricariche in modo rapido, sicuro e conveniente grazie alle sue diverse funzioni, puntando sempre al massimo sfruttamento possibile dell’energia solare disponibile. Grazie alla combinazione di corrente fotovoltaica e di rete, SMA EV Charger può lavorare a 7,4 kW e vanta pertanto una velocità quasi doppia rispetto alle wallbox convenzionali, che normalmente arrivano solo a 4,6 se non appena a 3,7 kW. In caso di poco tempo a disposizione, SMA EV Charger consente una ricarica fino a dieci volte più rapida rispetto a una presa domestica convenzionale. La protezione contro le interruzioni di corrente tutela, inoltre, il collegamento domestico dai sovraccarichi.