Dubbi sul limite di spesa per l’ecobonus al 110% sul FV con sistema di accumulo

Ecobonus al 110% sul fotovoltaico: qual’è il limite di spesa da considerare in caso di contestuale installazione di sistemi di accumulo? Secondo il portale specializzato informazionefiscale.it, l’orientamento dell’Agenzia delle Entrate non è chiaro. E i contribuenti intenzionati ad installare impianti solari fotovoltaici attendono chiarimenti ufficiali.

L’ecobonus del 110% si applica – ricorda il sito – anche agli impianti fotovoltaici ed ai sistemi di accumulo (ai sensi dell’articolo 119 del decreto Rilancio) , a patto che la spesa ed i lavori di installazione siano eseguiti congiuntamente ad uno dei lavori trainanti (isolamento termico o sostituzione di impianti di climatizzazione invernale) e che l’energia non autoconsumata o non condivisa nell’ambito di comunità energetiche sia ceduta a GSE.

A tali condizioni, l’ecobonus sale al 110%, su un ammontare massimo di spese non superiore a 48.000 euro e nel limite di 2.400 euro per ogni kW di potenza dell’impianto solare fotovoltaico. Per l’installazione contestuale o successiva dei sistemi di accumulo integrati negli impianti solari (agevolati al 110%), la detrazione spetta fino a 1.000 euro di spesa per ogni kWh di capacità di accumulo.

La norma non chiarisce un aspetto fondamentale: il limite di spesa per l’installazione dei sistemi di accumulo è indipendente o legato ai 2.400 euro per kW previsti per l’impianto fotovoltaico? Per l’ideatore della norma, il Sottosegretario Fraccaro, i due tetti di spesa sono autonomi e separati. Ad una prima lettura della norma prevista dal decreto Rilancio (comma 5 e 6 articolo 119) sembrerebbe che il limite di 2.400 euro per kW di potenza dell’impianto fotovoltaico (che scende a 1.600 euro nel caso di fotovoltaico installato contestualmente a lavori di ristrutturazione) ed il limite di 1.000 euro per kWh di capacità del sistema di accumulo siano da considerarsi separati.

Nella guida al superbonus del 110% pubblicata dall’Agenzia delle Entrate, è invece riportato che per l’installazione dei sistemi di accumulo integrati negli impianti solari fotovoltaici, i 1.000 euro di tetto per kWh devono essere considerati comunque nel limite complessivo di 2.400 euro per kW dell’impianto fotovoltaico (ed entro il tetto massimo di spesa di 48.000 euro).

Sui gruppi social nati proprio per favorire il confronto sulle regole alla base dell’ecobonus al 110%, il dibattito sui limiti di spesa per il fotovoltaico con installazione dei sistemi di accumulo è particolarmente vivo, complice la confusione – specifica l’articolo di informazionefiscale.it – che la stessa Agenzia delle Entrate dimostra di avere.

Il problema è stato perlomeno sollevato. Naturalmente l’auspicio è che l’Agenzia delle Entrate affronti il problema con la maggiore chiarezza possibile. Il portale specializzato in fisco riporta infatti che a oggi – ai quesiti posti al servizio di assistenza telefonica tramite SMS – l’Agenzia delle Entrate abbia fornito risposte opposte e contraddittorie.

 

Previous articleStoccaggio dell’elettricità: cresce richiesta di brevetti per le batterie
Next articleGuida a emissioni zero: il nuovo SMA EV Charger sfrutta il fotovoltaico