Energia rinnovabile: il francese Térouanne nuovo ad di Engie Italia

Cambio della guardia ai vertici di Engie Italia, controllata tricolore dell’omonimo colosso energetico francese. Nelle scorse settimane Olivier Jacquier ha rassegnato le dimissioni da amministratore delegato, ruolo che ricopriva ormai da quattro anni. Il suo posto è stato preso da Damien Térouanne.

Il nuovo ad, 47 anni, ha iniziato la sua carriera in Engie nel 1998. Nel gruppo ha assunto ruoli di responsabilità sempre maggiori nel business delle infrastrutture per il gas, per poi passare ai servizi per l’energia quale vice direttore generale di Climespace e direttore generale di Cofely Network.

Nel 2015 Térouanne è stato nominato direttore generale di Engie Imprese e Collettività per guidare un piano di intensa trasformazione e adattare il business ai mercati di gas ed energia B2B, diventati estremamente concorrenziali. Dal 2018 è direttore acquisti del gruppo Engie.

Engie Italia, va ricordato, vanta circa 1 milione di clienti e 3,5 GW di capacità installata, ed è il quinto produttore di energia elettrica nazionale contando il 50% della ex generation company Tirreno Power.

Olivier Jacquier lascia Engie Italia per assumere, a Parigi, il ruolo di direttore generale della Business Unit Engie Solutions Properties & Proximity che conta oltre 20.000 collaboratori.