Ener2Crowd crea la prima comunità locale «carbon free» d’Italia

Ener2Crowd, piattaforma italiana di lending crowdfunding energetico, lancia oggi il primo progetto di investimento green in cui le due parole chiave non sono contrapposte ma si sostengono a vicenda: parliamo di lending ed equity crowdfunding.

Il modello di lending crowdfunding, il prestito da parte di un gruppo esteso di soggetti per la realizzazione di un progetto, è in forte crescita in Italia e – secondo quanto riporta Ener2Crowd in un comunicato- ha decisamente sorpassato la formula dell’equity, in cui invece un gruppo di persone decide di partecipare al capitale sociale di un’azienda. Il rapporto dell’ultimo anno (2018) è di 180 milioni di euro per il lending contro i 50 milioni di euro dell’equity.

Ener2Crowd comunica oggi di aver proposto, per la prima volta, di investire prestando soldi e diventando nel contempo soci di un’azienda. Nello specifico, l’obiettivo è creare la prima comunità locale «carbon free» d’Italia, grazie al recupero e rimessa in funzionamento di una mini centrale idroelettrica a Villetta Barrea, in Abruzzo.

Il progetto ha come protagonista Ener2Crowd insieme alla società di servizi energetici EnergRed di Roma ed ha come obiettivo finale la produzione di energia 100% pulita e green in loco, tale da bilanciare le emissioni di CO2 riconducibili ai consumi domestici dei residenti di del comune bagnato dal lago di Barrea ed immerso nel parco nazionale d’Abruzzo.

EnergRed ha già avviato la riparazione delle turbina e prenderà in concessione la centrale per 30 anni facendosi carico di tutti i necessari lavori di ingegneria civile, riconoscendo un canone annuale di concessione al Comune di Villetta Barrea.

«In economia, se ci si mette insieme e si creano le giuste sinergie, uno più uno diventa uguale ad undici e quello di Villetta Barrea è uno dei casi in cui attraverso strumenti tecnologici di massima trasparenza e facili da gestire sarà possibile dare alle persone del luogo un’opportunità irripetibile» sottolinea Giorgio Mottironi, chief sustainability officer e co-fondatore di Ener2Crowd.

«Luoghi come Villetta Barrea sono fonte di identità personali e collettive, scrigno di storie vissute o da vivere, a cui dobbiamo poter dedicare la giusta attenzione, anche investendo nelle opportunità che sono in grado di valorizzarli» puntualizza Niccolò Sovico, ceo, ideatore e co-fondatore di Ener2Crowd.

 

Previous articleTorri faro ad alta efficienza e basse emissioni con le batterie al litio di Archimede Energia
Next articleNuova ricerca ENEA punta sui nanomateriali per le batterie litio-zolfo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here