SMART GLASS FORUM 2024 | 8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
zeroEmission Medieterranean 2024
HomeFotovoltaicoEnel Green Power, test in Sicilia su impianto FV galleggiante
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
zeroEmission Medieterranean 2024
SMART GLASS FORUM 2024 | 8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE

Enel Green Power, test in Sicilia su impianto FV galleggiante

Enel Green Power ha avviato la sperimentazione di un impianto fotovoltaico galleggiante presso l’Innovation Lab di Catania. L’installazione – riporta un comunicato del Gruppo – ha una potenza di 30 kWp e conta su moduli monofacciali e bifacciali.

L’obiettivo della società è quello di testare il funzionamento di ogni singolo componente dell’impianto e confrontare le performance con quelle dei tradizionali impianti a terra.

Un parco floating presenta potenziali vantaggi rispetto a uno a terra,” – specifica la comunicazione – “sia dal punto di vista delle prestazioni, che dell’impatto sulla biodiversità, poiché può offrire un riparo all’avifauna e non sottrae spazio a terreni coltivabili, pascoli, boschi e foreste. Un parco galleggiante permette inoltre un notevole risparmio idrico. Nelle zone occupate dagli impianti, l’evaporazione dell’acqua sottostante si riduce anche dell’80%: è quindi possibile risparmiare elevate quantità di acqua da utilizzare per l’agricoltura e per l’uso umano.

L’iniziativa fa parte di una serie di progetti innovativi già avviati da Enel, tra cui “Inspire” in collaborazione con il National Renewable Energy Laboratory, che ha l’obiettivo di studiare l’impatto degli impianti solari galleggianti sull’ambiente acquatico e sulla biodiversità.

Il programma dura tre anni e include il monitoraggio approfondito di quattro impianti negli Stati Uniti. I dati raccolti verranno utilizzati per migliorare la progettazione e per ottimizzare le fasi di costruzione di nuovi impianti fotovoltaici galleggianti in tutto il mondo.

L’energia elettrica prodotta da un sistema galleggiante, rispetto a uno sulla terraferma, può aumentare considerevolmente, anche del 7-12%.” – conclude il comunicato – “Siamo quindi di fronte a un sistema innovativo che presenta caratteristiche e potenzialità in grado di superare molti limiti dei tradizionali impianti a terra”.

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra community e ricevi, ogni giorno, tutte le ultime novità del settore!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli correlati