Economia circolare, Vattenfall punta sul riciclo delle pale eoliche dismesse

I materiali delle turbine eoliche devono tornare in circolo! È la scommessa di Vattenfall, società svedese produttrice di energia elettrica. Vattenfall – riporta un comunicato – ha appena annunciato un obiettivo ambizioso riguardo al riciclo di pale eoliche: entro il 2030, il 100% degli aerogeneratori sarà inserito in un’ottica matura di economia circolare.

Vattenfall inizierà immediatamente a non destinare più alla discarica le pale eoliche dismesse. La decisione riguarda tutti i parchi eolici gestiti dalla società – in tutto 3,3 GW tra offshore e onshore –, le cui turbine saranno integralmente riutilizzate, riciclate, oppure ne saranno recuperate le risorse impiegate. Con un passaggio intermedio al 2025, quando l’obiettivo di riciclo pale eoliche è fissato al 50%.

Le pale eoliche sono però realizzate in materiale composito (fibra di vetro ed elementi di rinforzo) in grado di garantire, nello stesso tempo, leggerezza ed elevata resistenza. Ma è proprio la loro natura mista a rendere complesso il processo di separazione e recupero dei singoli materiali. In attesa che le tecnologie migliorino, Vattenfall rende noto che si continuerà ad affidarsi a un tradizionale metodo di co-processing, in cui le pale vengono triturate per ottenere un materiale da cui si può produrre del cemento.

 

 

Previous articleEdison e Gruppo Dolomiti Energia, accordo per sviluppo impianto FV ad Alessandria
Next articleE-METALS, MINERALS & MATERIALS 2022, a Bologna la fiera dei metalli, minerali e materiali innovativi per la transizione elettrica ed elettronica