E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
zeroEmission Medieterranean 2024
HomeRinnovabiliDati Terna: a luglio frenata dei consumi elettrici ma boom delle rinnovabili...
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
zeroEmission Medieterranean 2024

Dati Terna: a luglio frenata dei consumi elettrici ma boom delle rinnovabili (+105%)

Consumi elettrici in calo a luglio secondo la rilevazione mensile di Terna, la società che gestisce la rete di trasmissione nazionale. Lo scorso mese la domanda di elettricità si è fermata a 30,1 miliardi di kWh, in diminuzione del 3,3% rispetto allo stesso periodo del 2022. Anche l’indice Imcei, elaborato da Terna per misurare i consumi industriali di circa mille imprese energivore, ha registrato una flessione dell’1,2% rispetto a luglio dello scorso anno.

Ha pesato, in particolare, il calo della domanda da parte dei settori cartario e chimico. Positiva, invece, la variazione di altri comparti: mezzi di trasporto, cemento, calce e gesso, alimentari e siderurgia. Stabili le aziende ceramiche e vetrarie.

Le fonti rinnovabili hanno però prodotto complessivamente 11,6 miliardi di kWh, coprendo il 38,4% della domanda elettrica (a luglio dello scorso anno è stato pari al 31,3%). La produzione da rinnovabili a luglio ha visto una prevalenza dell’idroelettrico (38,4%), seguita con il 33,6% dal fotovoltaico, dalle biomasse (12,4%), dall’eolico (11,7%) e dal geotermico.

Secondo le rilevazioni di Terna, illustrate nel report mensile, considerando tutte le fonti rinnovabili, nei primi sette mesi del 2023 l’incremento di capacità in Italia è pari a 2.956 MW, un valore superiore di circa 1.515 MW (+105%) rispetto allo stesso periodo del 2022.

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra community e ricevi, ogni giorno, tutte le ultime novità del settore!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli correlati