zeroEmission Medieterranean 2024
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE
HomeFotovoltaicoCOESA lancia il primo e-commerce europeo per il FV usato
zeroEmission Medieterranean 2024
E-CHARGE | 7-8 MAY 2024 - BOLOGNAFIERE

COESA lancia il primo e-commerce europeo per il FV usato

COESA, Energy Service Company (ESCo) di Torino, ha comunicato che intende realizzare il primo e-commerce europeo di pannelli fotovoltaici usati. L’obiettivo è creare un marketplace per il solare di seconda mano, certificato e controllato.

Quando la potenza originaria scende del 20% o più, il sistema potrebbe non soddisfare più le esigenze del proprietario.Tuttavia – sostiene COESA – anche con un’efficienza residua dell’80%, i pannelli fotovoltaici usati possono trovare un’applicazione, ad esempio in piccole installazioni off-grid che non richiedono le stesse accortezze degli impianti connessi alla rete elettrica.

Attualmente, secondo quanto rivelato da COESA, ci sono privati che vendono vecchi pannelli fotovoltaici su piattaforme online. Il problema principale in questo caso è la mancanza di garanzia da parte del produttore, sia per le prestazioni che per i guasti eventuali. Ci sono anche rischi di frodi. In pratica, il mercato dell’usato è un mercato nero, caratterizzato dalla totale mancanza di protezioni per chi acquista, sottolinea Matteo Stoppa, Chief Innovation Officer di COESA.

Per affrontare questo problema, l’ESCo ha realizzato il progetto KeepTheSun in collaborazione con il Politecnico di Torino, Unicredit e la Fondazione Cottino. Questa iniziativa si rivolge sia ai proprietari che intendono sostituire i propri moduli solari con modelli di nuova generazione, sia a coloro che desiderano creare impianti off-grid non collegati alla rete elettrica nazionale.

Il processo di vendita prevede la creazione di una rete di stakeholder sul territorio incaricata di testare e certificare l’efficienza di ogni modulo fotovoltaico usato messo in vendita: una garanzia per tutti gli attori della filiera e il motivo per cui il portale non sarà attivo prima del 2024.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra community e ricevi, ogni giorno, tutte le ultime novità del settore!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli correlati