Bryo, energia rinnovabile attraverso impianti fotovoltaici galleggianti

Produrre energia rinnovabile attraverso un impianto fotovoltaico galleggiante: è questo, in sintesi, il progetto di Bryo – ESCo che realizza impianti per generare energia elettrica da fonti rinnovabili ed assimilate – nel territorio del Santerno, tra Toscana e Romagna. Il progetto prevede la messa in attività di tre impianti fotovoltaici galleggianti su altrettanti bacini.

Bryo opera in stretto collegamento con Protesa, azienda che fin dalla sua nascita si occupa di servizi innovativi, in particolare della produzione di energia e di efficientamento energetico, attraverso progetti che permettono alle aziende il contenimento dei consumi e dei costi energetici.

Il primo impianto fotovoltaico entrerà in attività nello specchio d’acqua realizzato lungo via Canale, poco dopo l’ex Molino Paroli, un secondo nei pressi di Pieve Sant’Andrea e l’ultimo nel comune di Casalfiumanese. La realizzazione di questi primi tre impianti fotovoltaici  galleggianti – riporta una nota – rappresenta nell’idea imprenditoriale di Bryo “soltanto il passo iniziale, che proseguirà con la realizzazione di altri impianti in altre aree regionali, forse anche a livello nazionale”.

Il progetto prevede che i tre impianti alimentino le pompe di sollevamento collocate negli invasi dei bacini idrici, senza occupazione di suolo agricolo, dimensionandoli tenendo conto dei consumi del sistema di sollevamento idrico, per massimizzare l’autoconsumo energetico.

 

Previous articleSony, la prima auto elettrica disponibile dal 2026
Next articleToo Good To Go rilancia l’iniziativa per contrastare gli sprechi dopo le feste natalizie