Bolzano, 33 nuove stazioni di ricarica veloce per auto elettriche

Grandi novità in Alto Adige riguardo alla mobilità sostenibile: alle 200 stazioni di ricarica per auto elettriche già installate in tutta la provincia di Bolzano se ne stanno aggiungendo altre 33 con colonnine fast ad alta potenza. Le prime 11 stazioni di ricarica veloce (hypercharger) sono già state installate nel centro di Laives, ad Appiano sulla Strada del Vino ed a Ortisei lungo la strada principale. Entro la metà del 2022 – riporta un comunicato istituzionale- se ne aggiungeranno altre 22.

Presso gli hypercharger si possono ricaricare i veicoli elettrici con una potenza da 100 kilowatt (kW) a 150 kW – a seconda della connessione elettrica sul posto. Questo significa che le odierne auto elettriche possono essere caricate in circa mezz’ora.

Le nuove stazioni di ricarica veloce saranno installate lungo le strade principali ed in tutti i comprensori dell’Alto Adige. “Vogliamo che la mobilità elettrica, che ha preso piede anche nel settore privato ed aziendale, decolli sul serio. Una fitta rete di ricarica e la possibilità di ricarica veloce sono ragioni in più per scegliere un veicolo elettrico”, ha affermato l’assessore provinciale Daniel Alfreider.

Le stazioni di ricarica rapida sono finanziate dalla Provincia di Bolzano con il sostegno del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Nella realizzazione del progetto sono coinvolti diversi partner altoatesini: “La provincia ci ha incaricato di gestire il progetto, che ora stiamo realizzando insieme a Neogy, una società di Alperia e Dolomiti Energia, e al Consorzio altoatesino ARO che fa parte dell’Associazione provinciale degli artigiani APA”, ha affermato il direttore generale della STA, Joachim Dejaco.

Anche le stazioni di ricarica rapida installate sono “made in Alto Adige”, poiché provengono dall’azienda internazionale Alpitronic con sede a Bolzano.

I nuovi hypercharger potenziano l’infrastruttura di ricarica locale, che abbiamo ampliato in questi anni e che è già una delle più avanzate in Europa. Questo ci permette di offrire un servizio di ricarica innovativo”, ha dichiarato Johann Wohlfarter, CEO di Alperia. Il processo di ricarica con i nuovi hypercharger è ultraveloce ed anche completamente sostenibile grazie alla fornitura di energia rinnovabile generata localmente.

Le stazioni di ricarica possono essere utilizzate tramite app e carta di ricarica Neogy o con il sistema di pagamento diretto e sono facilmente accessibili ai turisti grazie al roaming internazionale.

 

Previous articleEni e Red Rock Power, intesa per progetti eolici offshore in Scozia
Next articleFV galleggiante, Singapore verso la sostenibilità con mega impianto