Auto elettriche, dal Mise incentivi fino a 7.500 euro

Il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha proposto di inserire nel pacchetto decreto Aiuti bis una spinta ulteriore alla mobilità elettrica, ovvero un incentivo per l’acquisto di veicoli 100% elettrici o ibridi plug-in.

L’agevolazione sarebbe diretta solo a coloro che hanno un reddito inferiore ai 30mila euro e la misura dovrebbe valere circa 12 miliardi di euro. Degli incentivi stanziati dal Mise, la cui piattaforma ha aperto da due mesi, i 170 milioni per le auto tradizionali sono già finiti, mentre per le auto elettriche sono ancora disponibili 176 milioni e per le ibride plug-in sono rimasti oltre 197 milioni.

Con l’aiuto economico del governo del 50% rispetto a quello in vigore, chi intende rottamare un veicolo pre Euro 5 per comprarne uno elettrico avrà uno sconto tra i 4.500 e 7.500 euro, dal momento che oggi il suo valore è fra 3 mila e 5 mila euro

Resta il vincolo del limite del reddito a 30mila euro. Per le vetture ibride, invece, salirebbe dagli attuali 2-4 mila euro a 3-6 mila con un’auto da rottamare

 

 

Previous articleEconomia dell’usato, Lazio la regione più virtuosa
Next articlePortofino, prima ‘colonnina’ in Italia per ricarica barche elettriche