ABB, nuovo centro globale di R&S per l’innovazione della mobilità elettrica

ABB accelera l’innovazione della mobilità elettrica con un nuovo centro globale di ricerca e sviluppo (e-mobility Innovation Lab). Progettata per stimolare ulteriori innovazioni nella mobilità elettrica – riporta un comunicato della multinazionale – la struttura, con una superficie di 3.600 metri quadri, si trova nel campus dell’Università Tecnica di Delft, nei Paesi Bassi e guiderà il futuro sviluppo del portafoglio di ABB, nonché i progetti di ricerca e sviluppo per i veicoli elettrici. Nel 2020 l’Università si è classificata tra le prime 15 università di ingegneria e tecnologia al mondo.

Con un investimento di 30 milioni di dollari per un centro di eccellenza globale e un sito di produzione per infrastrutture di ricarica di veicoli elettrici, che dovrebbe aprire il prossimo anno in Italia, la struttura di Delft – specifica la nota – evidenzia i piani di ABB di aumentare gli investimenti per sostenere la propria leadership tecnologica.

Frank Muehlon (nella foto), responsabile dell’attività globale di ABB per le soluzioni infrastrutturali per la mobilità elettrica, ha commentato: “L’innovazione è nel nostro sangue: ABB ha aperto la strada della  ricarica dei veicoli elettrici ed è orgogliosa di aver svolto un ruolo chiave nel guidare l’adozione dei veicoli elettrici in tutto il mondo. Questo è il motivo per cui abbiamo voluto collocare il nostro laboratorio di innovazione sulla mobilità elettrica a Delft, nel cuore del campus universitario, dove siamo circondati dai talenti tecnologici e dalle start-up più brillanti dei Paesi Bassi.”

Il complesso, che ospiterà fino a 120 specialisti, segna il ritorno dell’attività di ricarica dei veicoli elettrici di ABB nel Paese in cui è stata ideata. Infatti, gli studenti che hanno fondato Epyon (la start-up per la ricarica di veicoli elettrici acquisita da ABB nel 2011) erano ex studenti dell’Università Tecnica di Delft.

“All’interno di ABB Electrification, investiamo circa 400 milioni di dollari all’anno in ricerca e sviluppo per assicurarci di rimanere in prima linea nella leadership tecnologica e definire gli standard quando si tratta di mobilità sostenibile. Nell’ambito di questo investimento, ci concentriamo sul superamento dei confini della mobilità elettrica principalmente nei settori della ricarica, dello stoccaggio e della digitalizzazione. Il nuovo laboratorio ci consentirà di rafforzare la nostra collaborazione con i costruttori di veicoli elettrici per promuovere performance più elevate e progressi in tutto il settore” ha aggiunto Muehlon.

Garantire la connessione continua tra veicoli, stazioni di ricarica, reti di ricarica e la rete, insieme ai sistemi software di supporto, è un obiettivo chiave per ABB. L’e-mobility Innovation Lab è stato dotato della tecnologia più recente per garantire che i caricabatterie ABB siano compatibili con tutti i tipi di veicoli. I simulatori sono stati costruiti esattamente per questo scopo con il 95% di tutti i test da condurre con una copia digitale dei veicoli.

Per testare le prestazioni dei veicoli in climi molto caldi o freddi, ABB ha sviluppato speciali sale per prove ambientali dove le soluzioni saranno soggette a condizioni estreme, comprese temperature da -40 a +100 gradi Celsius e umidità elevata. L’atrio è abbastanza grande da consentire ai costruttori di guidare le proprie auto, autobus o camion in un ambiente caldo e controllato per condurre i test, il che aiuterà a far progredire i sistemi di ricarica per il segmento in rapida crescita dei veicoli elettrici pesanti.

Per il riscaldamento e il raffrescamento, il complesso ABB sarà collegato all’impianto geotermico dell’Università. Sul tetto saranno installati dei pannelli solari dotati di inverter solari per convertire la corrente continua raccolta dal sole in corrente alternata che insieme all’avanzato sistema di building management di ABB per il controllo della climatizzazione e della luce e al sistema di accumulo delle batterie, consentiranno di testare l’energia da reimmettere nella rete.

ABB è entrata nel mercato della ricarica di veicoli elettrici nel 2010 e ad oggi ha venduto più di 17.000 caricabatterie rapidi in corrente continua in 80 paesi. Il suo impegno di guidare il progresso nella mobilità elettrica è dimostrato ancor più chiaramente dalla title partnership con l’ABB FIA Formula E World Championship che sta per entrare nella sua quarta stagione. Dalla stagione 9, nel 2022-23, ABB diventerà fornitore ufficiale di sistemi di ricarica per il campionato.

Previous articleGR Value rileva un portafoglio di 22 impianti FV con project financing di Unicredit
Next articleElettricità dal calore di scarto grazie a un brevetto dell’Istituto Italiano di Tecnologia