ABB e Hydrogen Optimized insieme per la produzione di idrogeno verde

ABB e Hydrogen Optimized hanno concordato di esplorare lo sviluppo di sistemi di produzione di idrogeno verde su larga scala collegati alla rete elettrica per offrire una fonte di energia pulita, sostenibile ed economica. Lo riporta una nota congiunta della multinazionale e di Hydrogen Optimized, società che, appunto, commercializza sistemi di produzione dell’elemento “green“.

Insieme – specifica la nota – le due società intendono dimostrare che la tecnologia di elettrolisi dell’acqua RuggedCell™ di Hydrogen Optimized può essere utilizzata per sviluppare una soluzione integrata basata su un impianto con una singola unità da 100MW.

 Hydrogen Optimized punta a utilizzare la tecnologia dell’elettrolisi dell’acqua ad elevata corrente per produrre idrogeno verde destinato ad applicazioni pulite in tutti i settori industriali, tra cui quello chimico, nei servizi pubblici e nei trasporti. Il team di ricerca sull’idrogeno di ABB lavorerà sull’ottimizzazione dell’alimentazione elettrica con progetti che coinvolgono i sistemi di raddrizzatori ad alta potenza (HPR) di ABB.

Le applicazioni che utilizzano l’idrogeno verde includono la fornitura di carburante per il trasporto a emissioni zero, l’ammoniaca e altre produzioni chimiche con fonti non fossili di idrogeno, e la produzione di metalli verdi con idrogeno invece di un processo di tipo coking.

“ABB è leader mondiale nelle soluzioni di controllo ed elettrificazione progettate per i processi elettrochimici su larga scala.” – ha dichiarato Andrew T.B. Stuart, Presidente e CEO di Hydrogen Optimized – “Questa tecnologia si adatta perfettamente al nostro prodotto in attesa di brevetto RuggedCell™. Insieme queste tecnologie creano una riduzione continua del costo del capitale installato con l’aumento della scalabilità del progetto dell’idrogeno verde. Il nostro lavoro congiunto getterà le basi per la realizzazione di impianti singoli fino a centinaia di MW di potenza in ingresso. Dimostrare la scalabilità di questi due componenti chiave di un impianto di elettrolisi dell’acqua è vitale per l’idrogeno verde economico e siamo entusiasti dei potenziali benefici per i clienti”.

“Questo progetto fa leva sui nostri punti di forza nella costruzione di grandi sistemi HPR altamente efficienti e personalizzati, spingendo i confini di ciò che è possibile da un’unica unità di raddrizzamento.” – ha dichiarato Charl Marais, Global Product Manager, Process Industries, di ABB – “Sulla base della nostra pluriennale esperienza nella fornitura di soluzioni di controllo e di sistemi elettrici per le industrie elettrochimiche, siamo consapevoli che i sistemi HPR hanno le caratteristiche necessarie per il successo di un progetto su larga scala”.

Previous articleSuperbonus 110%, tutta la documentazione necessaria per la richiesta
Next articleEconomia circolare: Milano, Trento e Bologna le città più virtuose d’Italia