Weedoo spinge sull’e-mobility con le colonnine di ricarica di Silla Industries

Non arresta la sua crescita Weedoo, il player italiano nel mercato dell’energia in Italia nato da Centrex Italia e Gruppo SGR – Società Gas Rimini. Oggi Weedoo punta a rafforzare il suo ruolo nell’efficienza energetica anche grazie alla mobilità elettrica. Per questo – riporta un comunicato – ha appena stretto una partnership con la padovana Silla Industries, per cogliere al meglio le sfide della trasformazione green anche all’interno delle possibilità offerte dal Superbonus 110%.

Promuovendo e sponsorizzando il servizio di colonnine di ricarica elettrica, Weedoo – prosegue la nota – conferma concretamente grande attenzione alla sostenibilità ed al rispetto dell’ambiente, individuando in questa iniziativa un ulteriore ambito per esprimere la propria mission, che vede tra i suoi pilastri valori quali efficienza, flessibilità e innovazione.

Grazie all’accordo, Silla produrrà per Weedoo le colonnine di ricarica Prism Solar,  una soluzione in grado di “dialogare” al meglio con gli impianti fotovoltaici, e Prism Basic, creata appositamente per godere dei vantaggi del Superbonus 110% senza trascurare la possibilità di upgrade futuri per utilizzatori di pannelli fotovoltaici con la semplice sostituzione della cover.

Abbiamo subito riconosciuto nella grinta e nella visione di Silla Industries un doer, ossia quella generazione intraprendente di imprenditori, lavoratori, manager, professionisti, artigiani, che ha voglia di impegnarsi creando, con sogni e talento, quello che non c’era.” – ha commentato Michele Libutti, CEO di Weedoo. -“L’approccio al lavoro e al cliente e la voglia di rendere il nostro Paese sempre più green, sostenibile ed efficiente sono i medesimi. È su queste premesse che abbiamo identificato in loro il miglior partner per rispondere alle richieste dei nostri clienti di estendere la nostra consulenza in ambito energy anche alla mobilità elettrica”.

È stato per noi un onore essere contattati da Weedoo per sviluppare questo nuovo progetto insieme.” – aggiunge Alberto Stecca, CEO di Silla, fondata con Cristiano Griletti – “Siamo certi dei risultati che questa collaborazione porterà ad entrambi: il networking e le sinergie tra giovani gruppi ci spingono sempre a fare meglio e più rapidamente, personalizzando il prodotto sulle specifiche richieste del cliente. Ci siamo dati un obiettivo ambizioso che non vediamo l’ora di raggiungere”.

Previous articleStudio Eaton: l’Italia rischia di non raggiungere gli obiettivi della decarbonizzazione
Next articleÈ Nostra, turbina eolica a Gubbio per il fabbisogno energetico di mille famiglie