Tokyo: le nuove case dovranno avere i pannelli fotovoltaici

L’ente amministrativo di Tokyo ha stabilito che in ogni abitazione costruita dopo l’aprile 2025 si dovrà procedere all’installazione di pannelli fotovoltaici per ridurre le emissioni di gas serra prodotte dalle abitazioni e dalle famiglie. Il regolamento, il primo nel suo genere per una città giapponese, richiede infatti ai costruttori di dotare le case di fonti energetiche rinnovabili.

L’ordinanza è stata approvata dalla maggioranza dei votanti durante una sessione dell’assemblea metropolitana di Tokyo. In seguito alla decisione dell’amministrazione cittadina, le principali imprese di costruzione di alloggi dovranno installare pannelli solari fotovoltaici su edifici con una superficie totale inferiore a 2.000 metri quadrati. Anche gli acquirenti privati di case dovranno collaborare e coloro che appaltano privatamente la costruzione di una residenza di 2.000 metri quadrati o più saranno obbligati a dotarla di pannelli. Il sistema entrerà in vigore nell’aprile 2025 dopo che i residenti saranno stati informati e saranno stati fatti i dovuti preparativi con le aziende interessate.

L’ente locale Tokyo metropolitan government, presieduto dalla governatrice Koike Yuriko, stima che il costo iniziale di 980mila yen (6.700 euro) per l’installazione dei pannelli da 4 chilowatt possa essere coperto entro dieci anni dai ricavi ottenuti dalle vendite di elettricità e possa essere ulteriormente ridotto fino a sei anni con i sussidi che stanzierà il governo. I sussidi per i costi iniziali saranno forniti anche alle società di leasing così da ridurre l’onere per gli acquirenti di case e promuovere l’installazione di fonti di energia rinnovabile nelle case.

La scelta di Tokyo fa parte di un progetto più ampio dedicato alla sostenibilità della nazione giapponese. Tokyo vuole dimezzare le emissioni di carbonio entro il 2030 rispetto a quelle del 2000; inoltre è stato approvato un budget supplementare di 116,2 miliardi di yen (oltre 800 milioni di euro) dedicato alle fonti rinnovabili, compresi i sussidi per l’installazione dei pannelli.

Previous articleA2A, firmato accordo per realizzazione impianto FV da 59,1 MWp in Friuli
Next articleErg rileva un parco fotovoltaico in Spagna da 25 MWp