Terna, conti record con 785,5 milioni di utili (+3,7%)

ll Consiglio di Amministrazione di Terna, riunitosi ieri sotto la presidenza di Valentina Bosetti, ha esaminato e approvato i risultati al 31 dicembre 2020.

Nel 2020 – riporta una nota – i ricavi sono cresciuti del 9,5% a 2.513,5 milioni di euro, l’Ebitda ha registrato un rialzo del 5,1% a 1.830,4 milioni di euro e l’utile netto di Gruppo e’ passato dai 757,3 milioni di euro del 2019 a 785,5 milioni, con un rialzo del 3,7%. Positivo anche l’andamento degli investimenti che, grazie anche alla particolare spinta nell’ultimo trimestre, a fine anno sono risultati pari a 1.351,1 milioni di euro, con un progresso del 6,9% rispetto agli 1.264,1 milioni di euro investiti nel corso del 2019. Il gruppo spiega infatti di aver conseguito buoni risultati anche poichè ha impresso una forte accelerazione alla realizzazione degli investimenti subito dopo il periodo di lockdown, recuperando il tempo perduto durante la fase più acuta della crisi.

Nel corso del 2020, in particolare, Terna ha proseguito nello sviluppo della rete nazionale con l’avanzamento di tutti i principali progetti di investimento a supporto della transizione ecologica in atto, imprimendo un’accelerazione a partire dalla fine del secondo trimestre e, successivamente, con la presentazione del Piano Industriale 2021-2025 “Driving Energy”, che prevede investimenti in Italia per 8,9 miliardi di euro nel periodo, 1,4 miliardi dei quali da utilizzare nel 2021.

Siamo orgogliosi di come le persone di Terna si siano adoperate con competenza e passione nel corso di un anno complesso come il 2020 per assicurare in ogni momento la disponibilità di un bene essenziale per la collettività come l’energia elettrica: garantire la sicurezza del loro operato è stata la nostra priorità. Tutte le azioni messe in atto dall’azienda, infatti, soprattutto a partire dal secondo semestre, hanno prodotto risultati che potevano apparire inimmaginabili lo scorso giugno, sia sul fronte della resilienza riguardo gli effetti dell’emergenza sanitaria da Covid-19, sia per quanto concerne gli investimenti, che hanno addirittura superato i target, già ambiziosi, fissati prima della pandemia. Ed è proprio grazie al lavoro delle donne e degli uomini di Terna che potremo raggiungere gli sfidanti obiettivi della transizione ecologica che si è data l’Italia e al cui raggiungimento daremo il nostro contribuito quali registi del sistema energetico nazionale”, ha dichiarato Stefano Donnarumma, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna (nella foto).

 

 

 

Previous articleEnel X e Fincantieri impegnate nella transizione energetica del trasporto marittimo
Next articleQuercus espande le attività nel fotovoltaico in Spagna