Terna, 1.800 interventi/anno sotto tensione su rete

Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, organizza e coordina la tredicesima edizione di Icolim, la principale manifestazione internazionale dedicata ai Lavori Sotto Tensione (LST) che si tiene presso il Lingotto Fiere di Torino da oggi al 17 giugno.

Per l’evento, che riunisce i maggiori esperti mondiali dei metodi operativi per intervenire sulle linee elettriche senza interrompere il flusso di energia, Terna assume la presidenza di turno della LWA (Live Working Association), l’associazione europea che dal 1992 organizza il forum. La tre giorni di incontri e conferenze, che ha ricevuto il patrocinio dalla Regione Piemonte e dal Politecnico di Torino, si pone come obiettivo quello di tracciare lo stato dell’arte nell’ambito dei lavori sotto tensione. Presenti più di 500 persone e oltre 50 delle principali aziende del settore elettrico, rappresentative di circa 20 Paesi, tra cui gestori di rete, società di distribuzione, e ancora tecnici e ingegneri del mondo accademico e della ricerca.

Quella dei lavori sotto tensione – ricorda una nota – è una tecnica che Terna adotta da anni. La società, con i suoi 150 operatori abilitati e 50 tecnici esperti, realizza una media di 1.800 interventi l’anno, con picchi anche di 3.000, sui circa 75 mila km di rete lungo l’intera penisola, realizzando un beneficio economico annuale per il sistema Paese stimato tra i 60 e i 90 milioni di euro.

Previous articleGiornata Mondiale del Vento: Italia, nel 2021 solo 0,3 GW di eolico in più
Next articleEfficienza energetica, FIRE: “Necessario rilancio meccanismo certificati bianchi”