Superbonus, si va verso la cancellazione del tetto Isee

Proseguono i negoziati tra le forze politiche sui macro temi della manovra, che deve essere approvata sia dal Senato che dalla Camera entro fine anno, pena il cosiddetto “esercizio provvisorio”. Uno dei temi dove pare sia stato trovato un accordo è il Superbonus al 110%, che il governo aveva deliberato di estendere anche per le case monofamiliari, fissando come requisito un Isee inferiore a 25mila euro.

Stiamo lavorando per fare in modo che cadano, in primis, i limiti Isee per le case unifamiliari e che poi si possa estendere il ricorso anche agli altri bonus edilizi. C’è un’ampia convergenza sulla proposta che abbiamo avanzato come M5s. Il Superbonus sta rappresentando il vero motore della crescita economica e della ripartenza. Prorogarne l’efficacia, evitando di restringere il campo, è un investimento per il Paese, che toglie incertezze ed evita di bloccare molti dei lavori programmati”, ha dichiarato la viceministra all’Economia Laura Castelli.

La proroga e le eventuali modifiche al Superbonus non dipendono solo dalla richieste dei partiti politici, ma anche dalle risorse finanziarie. Il budget disponibile è di 600 milioni di euro.

 

 

 

Previous articleNuovo report: nel 2022 il FV passerà la soglia dei 1.000 GWp a livello globale
Next articleEOS IM, acquisiti due impianti fotovoltaici nel Lazio per 20 MW