Siena, con Enel cresce la rete di ricarica per le auto elettriche in città

Siena punta sempre di più sull’energia del futuro, l’elettricità, attraverso il miglioramento delle rete di ricarica per veicoli nel territorio comunale. Saranno impiantate diverse tipologie di infrastrutture: una con potenza pari o inferiore a 75 kw e l’altra superiore a 75 kw. Le società del gruppo Enel con le quali il Comune sottoscriverà gli accordi sono state selezionate a seguito di una procedura di manifestazione pubblica, alla quale hanno partecipato altri operatori, risultando le migliori per numero e tipologie di equipaggiamenti (toccherà a Enel X, naturalmente, occuparsi delle installazioni per la rete).

Nel corso di un incontro con la stampa per un bilancio di fine anno, il vice sindaco Andrea Corsi ha sottolineato “l’importanza, per l’amministrazione, della mobilità elettrica, che rappresenta una significativa opportunità per lo sviluppo sostenibile nel settore dei trasporti mediante un percorso di sostituzione e implementazione. In questo modo ci richiamiamo ai contenuti del documento “Per una città bella, unita e solidale”, approvato dal Consiglio comunale lo scorso maggio, che contiene misure, strategie e soluzioni a vantaggio della nostra comunità, tra le quali provvedimenti come questi. Se da un lato con il primo accordo si va a superare l’inadeguatezza dell’attuale rete di ricarica i cui costi di manutenzione erano tutti a carico del comune, con il secondo aumentiamo i punti di ricarica andando a coprire zone della città adesso scoperte, con l’attenzione a non sopprimere stalli di sosta laddove c’è una particolare carenza“.

L’accordo per le infrastrutture di ricarica (IdR), con potenza fino a 75kW, prevede l’aumento delle attuali 33 postazioni con ulteriori 14, offrendo anche una maggiore variabilità di modalità di ricarica; mentre quello per IdR con potenza superiore a 75kW riguarda l’installazione di 3 strutture con potenza da 300 kW e una da 100 kW localizzate in aree di facile accesso anche dalle vie di comunicazione più importanti della città.

L’impegno del Comune sarà quello di concedere lo spazio per l’installazione delle infrastrutture per gli impianti tecnologici, come la cabina necessaria ad alimentare i punti a ricarica ultra veloce e gli stalli dedicati.

I tempi previsti per la realizzazione dell’intera rete sono previsti per la fine della prossima estate. Sarà un ulteriore passo in avanti per una città che sta puntando tanto sull’economia sostenibile e che vuole essere un esempio virtuoso nel circuito dei centri urbani green.

 

Previous articleTerna, il nuovo elettrodotto nel Nuorese è opera da 50 mln
Next articleDanimarca, la più grande turbina eolica del mondo fornisce elettricità a 18mila famiglie