RSE inaugura ricerca per la generazione distribuita di energia

Ricerca sul Sistema Energetico (RSE) è una società per azioni italiana, controllata dal Gestore dei Servizi Energetici, per lo sviluppo di attività di ricerca nel settore elettro-energetico, con particolare riferimento ai progetti strategici nazionali. Nei giorni scorsi, attraverso la sua pagina LinkedIn, la società ha presentato il Laboratorio Microrete in Corrente Continua.

Nella sede milanese di via Rubattino 54 è stata sviluppata una microrete di distribuzione in corrente continua, connessa alla Test Facility di Generazione Distribuita (DER-TF), che consente ai ricercatori di RSE di fare studi e sperimentazioni riguardanti l’integrazione di queste reti all’interno delle reti tradizionali. Ricordiamo che per generazione distribuita si intende in genere la produzione di energia elettrica in unità elettriche di autoproduzione di piccole dimensioni disperse o localizzate in più punti del territorio e allacciate direttamente alla rete elettrica.

In un video, Riccardo Lazzari, Ricercatore del Dipartimento Tecnologie di generazione e materiali, presenta le caratteristiche del Laboratorio, le finalità e alcuni esiti della ricerca ottenuti grazie a questa infrastruttura. La Test facility è dotata di sistemi di generazione da fonti rinnovabili e cogenerativi, da sistemi di accumulo di differente tecnologia (Litio, Sodio-Nickel, Redox), e di carichi elettrici (resistivi, induttivi e capacitivi).

Il video, in sintesi, spiega che il Laboratorio –  costituito da una rete di bassa tensione (400V) trifase di topologia riconfigurabile – è in grado di eseguire prove funzionali e di caratterizzazione su componenti o sistemi di Generazione Distribuita e di effettuare attività di ricerca su componenti innovativi e su funzioni di controllo e diagnostica di reti attive. Inoltre, operando come utente attivo collegato alla rete pubblica di distribuzione in media tensione, può essere gestito per soddisfare le richieste di potenza attiva e reattiva all’interfaccia.

 

 

Previous articleTorri Solare, moduli fv dagli artigiani del fotovoltaico
Next articleSmart Building Report 2019, appuntamento al Polimi il 6 febbraio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here