Prysmian, maxi-commessa per parco eolico offshore negli Stati Uniti

Il Gruppo Prysmian si è aggiudicato la commessa più elevata mai assegnata negli Stati Uniti per un sistema in cavo sottomarino. La commessa è stata assegnata da Dominion Energy Virginia, consociata di Dominion Energy Inc., al consorzio costituito da Prysmian e dal Gruppo DEME, leader nel settore dell’eolico offshore.

La commessa per la realizzazione delle opere di Balance of Plant (BoP) – spiega una nota – include un pacchetto completo relativo al trasporto e all’installazione delle fondamenta e delle sottostazioni e ai servizi EPCI (Engineering, Procurement, Construction, Installation) per i cavi inter-array ed export per quello che sarà il più grande parco eolico offshore commerciale degli Stati Uniti.

La commessa ha un valore totale di circa 1,6 miliardi di euro, di cui circa 630 milioni di euro relativi a Prysmian per la fornitura dei cavi e i lavori di installazione di sua competenza. La conclusione del progetto è prevista entro il 2026.

Il progetto Coastal Virginia Offshore Wind (CVOW) è ubicato a circa 43 km al largo della costa di Virginia Beach. Prysmian Group fornirà tre cavi export tripolari ad alta tensione in corrente alternata (HVAC) da 220 kV con isolamento in XLPE e armatura singola, lunghi circa 62 km ciascuno, per un totale di circa 560 km, oltre a 320 km di cavi inter-array offshore tripolari da 66 kV con isolamento in XLPE.

Il progetto CVOW è cruciale per supportare il Commonwealth of Virginia nel raggiungimento del proprio obiettivo di diventare “carbon neutral” entro il 2045. I parchi eolici offshore, con un totale di 176 turbine, saranno in grado di fornire energia pulita a ben 660.000 abitazioni.

I cavi export saranno realizzati ad Arco Felice (Napoli) e a Pikkala (Finlandia), mentre i cavi inter-array saranno prodotti a Nordenham (Germania). Si tratta dei tre centri di eccellenza del Gruppo per la produzione di cavi sottomarini.

Previous articleFREE NOW integra in app i servizi di micromobilità di Dott
Next articleEnel, ricavi 9 mesi in crescita del 17%. Confermata distribuzione acconto sul dividendo